Al cremasco Marco Villa, campione e CT del ciclismo, il “Premio Panatholon Cardiologia 2018”

Marco Villa, oggi CT della Nazionale di ciclismo su pista

Sabato 24 marzo alle ore 10, nell’ambito del Congresso nazionale Nuove prospettive in Cardiologia che si svolge a Cremona presso l’auditorium del’Istituto Figlie di San Camillo, verrà consegnato il Premio Panathlon Cardiologia 2018, riconoscimento patrocinato dalla Società Italiana di Cardiologia dello Sport e dai Panathlon International del territorio Cremonese, di Cremona, di Crema, di Casalmaggiore-Viadana. Il riconoscimento viene riservato ogni due anni a personaggi che “hanno fatto grande la Cardiologia e lo sport in Italia e nel mondo”.

Questa volta il premio viene assegnato a Marco Villa, con la seguente motivazione: “Due volte campione del mondo, fra i grandi del ciclismo su pista, atleta esemplare, oggi iridato CT nazionale, Collare d’oro del Coni, Alfiere dei ‘pistard’ nel mondo”.

Originario di Abbiategrasso, classe 1969, da anni Villa è cremasco d’adozione – vive a Montodine – e una delle stelle del ciclismo. Campione riconosciuto a livello internazionale – da ricordare i due titoli mondiali nell’Americana in coppia con Silvio Martinello – oggi è commissario tecnico della Nazionale italiana di ciclismo su pista maschile.

Il Congresso nazionale di Cardiologia, alla presenza di esperti provenienti da tutta Italia, è organizzato dal dottor Giuseppe Inama, già primario dell’Unità operativa di Cardiologia dell’Ospedale Maggiore di Crema e oggi direttore della stessa Unità alle Figlie di San Camillo a Cremona.