Crema – Truffa cassiere di banca e correntista, astigiana deferita

I Carabinieri della stazione di Crema hanno deferito una donna per truffa e sostituzione di persona. L’abile lestofante è riuscita a raggirare il cassiere di un istituto di credito spacciandosi per collega e a farsi consegnare 2.000 euro in contanti.

I fatti. La trentenne si era presentata presso una filiale di una banca di Crema con fare elegante e disinvolto. “Dopo aver colloquiato con una impiegata – spiega il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro – si era avvicinata al cassiere presentandosi come una collega di un’altra filiale, chiedendo di poter aprire un conto presso quella banca trasferendo del denaro da un altro conto. Il cassiere, non aveva sospettato nulla poiché la versione fornita era molto credibile e quindi procedeva all’operazione prelevando dal C/C intestato a una donna la somma di 2.000 euro che consegnava immediatamente alla richiedente che ringraziava e salutava allontanandosi”.

La reale intestataria del conto dopo alcuni giorni si è accorta dell’ammanco e chieste spiegazioni scopriva di essere stata vittima di una truffa: una donna si era sostituita a lei, tant’è che il cassiere non la riconosceva come la persona che a lui si era presentata per l’operazione di trasferimento denaro. A quel punto scattava la denuncia ai Carabinieri.

“I militari dalla visione delle immagini delle telecamere della banca, estrapolavano i fotogrammi che riprendevano la truffatrice, inviandoli a tutti i Comandi d’Italia. I colleghi della stazione di Asti, già interessati anche da altri Comandi stazione riconoscevano la donna quale autrice della truffa, una residente in loco”.

La conferma arrivava quando al cassiere veniva sottoposta la foto della lestofante, riconosciuta come l’autrice del raggiro. L’astigiana è stata così denunciata per sostituzione di persona e truffa.