Crema – The man in the middle, e la truffa è servita

The man in the middle, è il nome di un nuovo tipo di truffa perpetrata nella rete, per la prima volta registrata in città nei giorni scorsi. Alcune denunce, in tal senso, sono state depositate presso il Commissariato di Polizia.
“Questo tipo di truffa – spiega il vicequestore Daniel Segre – consiste nell’interposizione da parte di un hacker, che riesce a violare un account di posta elettronica della vittima, nelle comunicazioni via email fra due soggetti. Dopo aver seguito, a volte anche per mesi, le conversazioni fra i due soggetti, appena il truffatore intercetta un’email contenente una
fattura, la manipola modificando i dati del conto corrente di accredito e la invia al naturale destinatario. A questo punto il destinatario, che sa di essere debitore nei confronti dell’originale soggetto che ha inviato la fattura, la paga tranquillamente, ignaro della manipolazione. I soldi giungono però su una carta prepagata, spesso intestata a persone
inesistenti o a loro volta vittime di furto di identità e prelevati dall’abile truffatore”.
Le truffe a oggi denunciate presso gli uffici della Polizia di Stato di via Macallé a Crema
ammontano a diverse migliaia di euro ciascuna. E’ consigliabile, prima di effettuare il pagamento di una fattura giunta on-line, di chiedere conferma telefonica degli estremi di pagamento giunti via e-mail.