VAIANO CR. – No al taglio dei tigli del viale del cimitero

vaiano cremasco viale cimitero
Il viale del cimitero di Vaiano Cremasco

No al taglio indiscriminato dei tigli del viale del cimitero di Vaiano Cremasco. L’appello arriva – dopo l’assemblea pubblica sul tema del 28 febbraio scorso – sia dagli ambientalisti di Vaiano democratica e ambientalista sia da Udp, minoranze consigliari che invitano gli amministratori alla cautela e a un’attenta riflessione prima di eliminare “un simbolo cui i cittadini vaianesi tengono molto”.

PRONTA UNA MOZIONE CONTRO L’ABBATTIMENTO TOTALE

Per i Verdi di Vaiano Cremsco, il problema dei tigli del viale del cimitero riguarda un’inadeguata manutenzione e non si deve affrontare abbattendo tutte le piante, ma intervenendo solo su quelle (9 su 40) orami irrecuperabili. “Come ha ricordato un dottore agronomo, consulente dei Verdi presente tra il pubblico all’assemblea, ci sono tigli che, se ben conservati, sono in vita da 200 anni e passa. È il caso quindi di non avere fretta e mettere in campo un intervento più qualificato che non può essere attivato nei soli tre mesi prima delle elezioni” dichiara Andrea Ladina. Una mozione è pronta per la prossima seduta di Consiglio.

Articolo completo su Il Nuovo Torrazzo di sabato 10 marzo 2018