MONTE CREMASCO – lista civica ViviAmonte critica l’operato del sindaco sul tema scuola

Golani critica operato della scuola
A Monte Cremasco si fa sentire la sua voce la lista civica ViviAmonte.
“Riteniamo doveroso fare alcune precisazione su quanto dichiarato. Consapevoli delle ristrettezze economiche di tutti i Comuni, pensiamo comunque che l’attuale amministrazione si sia limitata a interventi di normale gestione, tralasciando alcuni aspetti”.
Primo fra tutti, secondo l’opposizione, la scuola.

ATTENZIONE ALL’ISTRUZIONE: PIANO DIRITTO ALLO STUDIO

“Tutti i Comuni devono garantire il diritto allo studio e quindi prevedere fondi a favore della scuola. Siamo a conoscenza che anche il nostro Comune ha investito sulla scuola gran parte delle risorse a disposizione, ma l’attenzione all’istruzione passa anche dai piccoli gesti e non solo dai grandi investimenti. Per questo motivo alcune perplessità vanno messe in evidenza: l’attenzione, ad esempio, si vede anche dal numero di volte in cui viene convocata una commissione, una volta all’anno e solo per parlare di cibo, unica volta in cui si ha l’occasione di vedere l’assessore alla Scuola, assente anche all’ultimo Consiglio per approvare il Piano diritto allo studio da lei stessa firmato. Forse quando non si ha più il tempo di dedicarsi a ciò per cui ci si è preso un impegno liberamente, bisognerebbe avere il
coraggio di dare le dimissioni”.

PROBLEMI CON LA SALA MENSA DELLA SCUOLA E I LAVORI DI TINTEGGIATURA

Dopo la stoccata all’assessore, Moreno Golani e soci nell’informatore distribuito ai cittadini parlano della sala mensa. “La sua realizzazione, progettata fra l’altro dalla passata amministrazione, tanto decantata per accogliere ben 200 alunni, così come dichiarato dallo stesso sindaco Zanini in sede d’inaugurazione, di fatto dopo due anni accoglie solo gli alunni della primaria in quanto gli spazi, per questioni legate alla sicurezza, non consentono la presenza di un così elevato numero di bambini”.
Non solo critiche ci sono anche sulla tinteggiatura. “Per quanto riguarda i lavori di tinteggiatura effettuati presso la scuola, già molti cittadini/genitori hanno avuto modo di constatare con i propri occhi che si è trattato proprio di ‘ripresa’ così come riportato nella lettera del sindaco, con pareti lasciate purtroppo a metà”.

SERVIZIO DI TRASPORTO CRITICATO

L’opposizione avanza critiche anche sul servizio di trasporto dei bambini attraverso lo scuolabus, che è sempre stato molto apprezzato dai genitori.
“Proprio per questo motivo invitiamo caldamente l’amministrazione a preventivare l’acquisto di un nuovo mezzo, considerato che le condizioni di quello attuale sono ormai precarie. Sul fatto che il servizio sia gratuito riteniamo che sia sicuramente un punto a favore di questa amministrazione”.

USCITA DI SICUREZZA REALIZZATA DOPO 5 MESI

Infine una questione che era transitata anche dal Consiglio comunale, ovvero l’uscita di sicurezza. “Il sindaco Lupo Stanghellini aveva previsto nel Piano triennale degli investimenti lo spostamento della realizzazione dell’uscita nel corso del 2018. Trattandosi di un’opera di sicurezza prioritaria per i nostri bambini, visto che la scuola non era adeguata alla normativa dei Vigili del Fuoco, come minoranza c’eravamo opposti alla programmazione, invitando il sindaco a intervenire tempestivamente. Nel settembre dello scorso anno, dopo 5 mesi, l’uscita di sicurezza è stata realizzata. Siamo soddisfatti e ringraziamo Lupo Stanghellini per aver realizzato l’opera in fretta. A oggi non sappiamo, però, se i due plessi scolastici, dopo le modifiche apportate con la nuova mensa, siano conformi a tutti i parametri normativi, in tema di sicurezza, attualmente in vigore a livello nazionale”.