FONDAZIONE SAN DOMENICO – Acquisita la collezione “Anelli”

Fabbrica Anelli
La Fondazione San Domenico – in sinergia con il comune di Crema e, in particolare, con l’operato dell’assessore Matteo Piloni – ha acquisito la collezione “Anelli”per la creazione di una mostra permanente dedicata alla ‘gloriosa’ fabbrica di pianoforti Anelli di Cremona.

IN SALA CAVALLI: STRADA, PILONI E PERRONE

Martedì pomeriggio ne hanno dato annuncio in sala Cavalli (che verrà ribattezzata sala Anelli, mentre al compositore Francesco Cavalli sarà dedicato un altro spazio) il presidente della Fondazione Giuseppe Strada, l’assessore Piloni e il prof. Fabio Perrone, docente presso la facoltà di Musicologia di Cremona e rappresentante dei collezionisti che faranno dono alla Fondazione di documenti, fotografie, tavole armoniche, corde ma anche strumenti e che andranno anche a comporre un prezioso catalogo.

DICHIARAZIONE DI STRADA

In particolare si inizierà, con soddisfazione di Strada, dal dono di tre pianoforti Anelli, di ottima fattura, che potranno non solo essere visitati in quanto facenti parte del primo nucleo della collezione (uno potrebbe essere collocato nel foyer del teatro) ma soprattutto, saranno utilizzati dagli studenti di pianoforte dell’Istituto Folcioni. “Come nostra abitudine puntiamo in altro – ha chiarito Strada – e intendiamo fare di Crema un punto di riferimento per gli studiosi e gli interessati al pianoforte. Del resto il nostro territorio conta una lunga tradizione organaria e piano e organo sono due strumenti a tastiera”.

DICHIARAZIONE DI PILONI E PERRONE

Piloni ha richiamato i passaggi di questa acquisizione: “Si tratta di un primo passo necessario per non prendere un’occasione così importante per Crema. La fabbrica Anelli, che nel 1918 divenne Spa e che rimase attiva fino al 1968, puntava sempre alla qualità non alla quantità. Ad esempio Venditti ha recentemente dichiarato: “Le mie più grandi canzoni sono state scritte su un piano Anelli”. Perrone ha chiarito come a Cremona non ci sia stata possibilità di realizzare questo progetto, ma anche il territorio Cremasco fa parte della storia della fabbrica Anelli ed è quindi ‘ideale’ ambito per la consegna della collezione che farà comprendere l’ottima qualità dei pianforti Anelli. A tal fine sono previsti anche un concerto con l’esibizione del M° Alessandro Lupo Pasini – fondamentale nell’acquisizione della collezione – e una giornata di studi. La prospettiva è di crescita e valorizzazione di una tradizione produttiva alla quale la musica di qualità molto deve.