Il vescovo Daniele e la delegazione cremasca arrivati in Uruguay

L'arrivo in Uruguay. Da sinistra: il vescovo Daniele, il vescovo Arturo, don Federico, don Francesco, don Maurizio, Fantoni e Mimma Benelli

Festosa accoglienza all’aeroporto “Carrasco” di Montevideo per il vescovo Daniele e la delegazione cremasca composta dal vicario generale don Maurizio Vailati, da don Francesco Ruini, dal direttore dell’Ufficio missionario Enrico Fantoni e da Mimma Benelli. È iniziata così la visita in Uruguay alla missione di San José de Mayo, dove opera il “nostro” don Federico Bragonzi: una bella cooperazione tra “Chiese sorelle”.

Dopo l’arrivo, nel pomeriggio monsignor Gianotti e i cremaschi hanno visitato, accompagnati dal vescovo locale monsignor Arturo, la cattedrale: “Siamo rimasti colpiti – ci fa sapere Fantoni – dalla bellezza e dal buon gusto del tempio, caratteristiche che da sempre accompagnano la fede del popolo di San José de Mayo. Nella cattedrale, tra l’altro, c’è molto di Italia: le colonne sono in marmo di Carrara, gli affreschi del pittore Lino Dimetto. Siamo poi saliti sul campanile: la campana dell’orologio è stata fusa nel 1897 a Genova”.

La visita alla missione prosegue ora tra incontri e iniziative, di cui daremo conto quotidianamente. Il vescovo Daniele e la delegazione rientreranno a Crema il 6 febbraio.