INCIDENTE FERROVIARIO – Comunicato del Comitato pendolari cremaschi sulla tragedia

La foto dell'incidente da ferrovie.it

Il Comitato pendolari cremaschi ha affidato a un comunicato diffuso subito ieri sui social e inviato stamattina alla stampa il profondo sconcerto per la tragedia di ieri sulla tratta ferroviaria che percorrono quotidianamente, come molti loro colleghi del Bresciano e Bergamasco, per raggiungere i posti di lavoro o studio a Milano.
“Siamo sconvolti! La tragedia del disastro ferroviario ha colpito tutti noi. Percorriamo da anni questa tratta, sopportiamo ritardi, freddo e soppressioni – scrivono – ma mai abbiamo pensato che qualche nostro compagno potesse concludere il proprio viaggio tra le lamiere del treno.”
“Il nostro cordoglio – aggiungono – è profondo e sentito, siamo vicini alle famiglie di queste tre donne.”
“È indegno che in Italia si muoia ancora andando al posto di lavoro o a scuola. Non esistono scuse. I disagi della nostra tratta – fanno osservare fra lo sconforto e l’indignazione – sono ben noti alle autorità, a RFI e a Trenord. Ora chiediamo un impegno da parte di tutti perché venga fatta chiarezza sulle cause dell’incidente e sulle relative responsabilità.”
“Chiediamo inoltre che venga posta come immediata priorità la messa in sicurezza del servizio ferroviario. Tutti i pendolari – concludono – hanno bisogno di questa certezza. Le nostre linee e i nostri treni hanno bisogno di manutenzione e sicurezza, è in gioco il destino del trasporto ferroviario lombardo.”