Crema – Si è svolta oggi la prima delle iniziative organizzate anche dal Comune di Crema per la “Settimana della Memoria”

Il primo degli eventi per ricordare la Settimana della Memoria si è svolto oggi martedì 23 gennaio a partire dalle ore 10 presso l’aula magna dell’università degli studi di Milano, Dipartimento di Informatica, in via Bramante a Crema. Di fronte all’ampia platea di pubblico – purtroppo non sempre attento e, quest’anno, piuttosto rumoroso – sono intervenute Ilde Bortoli della rete “Essere cittadini europei. Per una memoria europea attiva”, il sindaco Stefania Bonaldi che ha salutato i presenti sottolineando l’importanza dell’evento e segnalando gli altri in programma e il relatore prof. Carlo Saletti, storico, regista teatrale, docente all’Università di Brescia, studioso della storia della persecuzione nazifascista che si è soffermato sul tema L’opposizione al Nazismo e lo sviluppo del sistema concentrazionale: Dachau”.
Una esposizione precisa, sebbene forse troppo ricca di digressioni che non sempre ha saputo catturare l’attenzione dei ragazzi.
Venerdì 26 gennaio sia alla mattina, per le scuole, che in serata per tutta la cittadinanza verrà proposto l’incontro con la Fondazione Perlasca realizzato in collaborazione con il Museo della Stampa di Soncino . La ‘Settimana della Memoria’ prevede per sabato 27, ricorrenza della liberazione del campo di Auschwitz in sala Ostaggi del Comune di Crema la performance della scuola secondaria di 1° grado A. Galmozzi con letture ed esecuzioni musicali guidate dal prof. Rocco e la proiezione del corto Noi e con per voi. Il filmato partecipa al concorso I giovani ricordano la Shoah e ha superato le selezioni regionali classificandosi al 1° posto tra le scuole secondarie di 1° grado e accedendo così alla fase nazionale. Seguirà la deposizione della corona d’alloro da parte del sindaco Stefania Bonaldi al monumento in ricordo di tutte le vittime dell’Olocasuto, fatto realizzare dal nostro settimanale e inaugurato nel gennaio 2015.