Crema – Per la proiezione di “Chiamami con il tuo nome” il 29 gennaio a Crema Luca Guadagnino, Timothée Chalamet e Armie Hammer

Un’altra gradita sorpresa per i fortunati spettatori (ci sarà comunque anche una diretta streaming dell’evento, sempre curato dal Centro Galmozzi) che assisteranno alla proiezione speciale del film “Chiamami col tuo nome” del 29 gennaio al Multisala di Crema. Oltre al regista, Luca Guadagnino, infatti, prenderanno parte alla serata anche gli attori principali, Timothée Chalamet e Armie Hammer.

I due attori sono impegnati nel tour europeo di promozione, che continua a riscuotere un successo straordinario (con particolare apprezzamento per la regia, la sceneggiatura, la colonna sonora e gli interpreti, ed è stato scelto dal National Board of Review e dall’American Film Institute come uno dei 10 migliori film dell’anno). I loro ruoli, di Elio Perlman e Oliver, sono parte essenziale, determinante della riuscita del film, perché è sulla loro chimica che Guadagnino ha puntato per esprimere il valore della sceneggiatura.

La prevendita per la serata ha registrato il tutto esaurito in poche ore. L’esercente ha deciso dunque di aggiungere oggi un’altra sala, da 272 posti, che proietterà il film quella sera stessa in leggere differita. Regista e attori parteciperanno alla introduzione + intervista delle ore 21, poi, iniziato il film, entreranno nell’altra sala a fianco per un saluto al pubblico, dopo il quale verrà proiettato il film.

Una seconda chance per tutti gli appassionati della pellicola di Luca Guadagnino che sta raccogliendo plausi in tutto il mondo e che è stata girata in gran parte nel territorio cremasco. Anche nel caso di questa ulteriore sala vale il principio della libera vendita, gestita in totale autonomia dal Multisala Portanova di Crema.

La maggior parte delle location del film si trovano nelle immediate vicinanze di Crema e, quelle più lontane come il Lago di Garda (il sito archeologico) e Bergamo (per la gita di Elio e Oliver), si trovano ad un’ora e mezza di distanza. La postazione principale della residenza dei Perlman, è una casa familiare disabitata a Moscazzano, a pochi minuti da Crema. Sei settimane prima dell’inizio della produzione, i realizzatori, tra cui la set decorator Violante Visconti (la pronipote di Luchino), hanno gradualmente arredato il posto con dei mobili, degli oggetti e delle decorazioni che la famiglia Perlman avrebbe potuto accumulare durante tutta la vita. Come è tipico dei film di Guadagnino, la casa è diventata un elemento importante come tutti gli altri attori, con un autentico senso della vita reale.