Scout – Sabato 27 gennaio la 27a marcia-pellegrinaggio al santuario di Caravaggio

Il vescovo Daniele, il giorno dell'ingresso a Crema, con alcuni Scout

È in programma per sabato 27 gennaio la 71a marcia-pellegrinaggio degli Scout di Crema a Caravaggio, organizzata dai gruppi Agesci e Masci che raggruppano gli Scout in attività e quanti lo sono stati in passato. La marcia al santuario della Beata Vergine del Fonte, ricordiamo, è una tradizione dovuta a un impegno che gli Scout presero all’indomani del secondo conflitto mondiale e dopo che il Fascismo aveva impedito lo scoutismo: da allora è segno di ringraziamento e viatico per il futuro.

Il ritrovo, sabato prossimo, è fissato per le ore 19.30 presso la Basilica di Santa Maria della Croce: qui, il vescovo Daniele – che conosce bene lo scoutismo essendone stato assistente per vari anni nella sua diocesi di provenienza – rivolgerà ai partecipanti una prima riflessione sul tema della bellezza dell’amore. È infatti la bellezza il filo conduttore del progetto educativo di quest’anno dell’Agesci cremasca. Monsignor Gianotti lascerà poi un messaggio su un libro che raccoglie il pensiero di tutti i Vescovi che l’hanno preceduto.

La frase che accompagnerà il pellegrinaggio è tratta dallo scrittore Antoine de Saint-Exupéry: “Amare non è guardarsi l’un l’altro, ma camminare verso la stessa direzione”. Dopo la parte iniziale a Santa Maria, la marcia-pellegrinaggio proseguirà e sono previste tappe alla chiesa parrocchiale di Campagnola Cremasca e all’oratorio di Capralba, dove si terrà un momento di ristoro (organizzato dal Masci) e di incontro tra giovani e vecchi Scout, all’insegna del motto “Semel Scout, semper Scout”. Lo stile appreso durante le attività e negli impegni che propone lo scoutismo, infatti, sono una caratteristica che accompagna spesso le persone per il resto della loro vita.
Saranno i giovani del Clan e del Noviziato – ragazzi e ragazze tra i 16 e i 20 anni – che organizzeranno e animeranno la marcia, che si concluderà con la recita del Rosario nell’ultimo tratto e la benedizione al santuario di Caravaggio, intorno all’una.

La marcia-pellegrinnagio è ormai una bella e consolidata tradizione, alla quale partecipano in molti: è infatti aperta anche ad amici e simpatizzanti degli Scout. Va comunque sottolineato che non è un evento sportivo, ma un vero e proprio pellegrinaggio: il ritmo della camminata permette a molti di partecipare, purché animati dallo spirito giusto.

Per facilitare la più larga partecipazione, si organizza un pullman per il ritorno. Chi desidera usufruire del servizio può contattare l’indirizzo e-mail marina.sambusiti@gmail.com, oppure telefonare al numero 328.4506106: riceverà un messaggio di conferma.

Un ringraziamento va rivolto fin d’ora alle Forze dell’ordine e alla Croce Rossa di Crema per l’assistenza durante il percorso.