Giro d’Italia 2018, si parte da Gerusalemme

gino bartali giro d'italia
Il ciclista italiano Gino Bartali

Quest’anno per la prima volta nella storia il Giro d’Italia partirà fuori dal nostro continente.  La corsa rosa avrà, infatti, inizio il 4 Maggio con partenza da Gerusalemme. Già negli scorsi anni le prime tappe furono disputate al di fuori dell’Italia: per esempio nel 1973 partì dal Belgio, nel 1996 dalla Grecia e la più recente è del 2016 con partenza dai Paesi Bassi.

SI PARTE DA GERUSALEMME

Perché proprio da Gerusalemme? Si partirà dalla città Israeliana per il settantesimo anno dalla fondazione dello stato dell’Israele e in onore di Gino Bartali il quale nella prima metà degli anni 40 nel tubulare della bici nascondeva documenti che avrebbero salvato migliaglia di ebrei dalla deportazione nazista.

LE TAPPE DEL GIRO D’ITALIA

Si partirà dalla città Israeliana con una cronometro di 10 km per le vie cittadine e per i due giorni successivi si rimarrà nello stato di Israele. La seconda tappa del giro arriverà a Tel Aviv capitale dello stato e per quanto riguarda l’ultimo giorno saranno 226 km da Be’er sheva a Eilat.
Ritornati in Italia si partirà dalla Sicilia per poi passare in Calabria e salire per la Campania. La nona tappa approderà al Gran Sasso d’Italia in Abruzzo. Poi si attraverserà l’Umbria, l’Emilia-Romagna, il Veneto, il Friuli che ospiterà la 14 tappa con arrivo al monte Zoncolan. Le ultime e più faticose tappe attraverseranno il Trentino, la Lombardia e il Piemonte. Il Giro si concluderà il 27 Maggio con la 21 tappa interna a Roma con arrivo ai Fori imperiali.

Massimiliano Zuffetti, IV Liceo Scientifico