REGIONE – Liberi e Uguali candida presidente Onorio Rosati e Marta Andreola a consigliera per il cremasco

Liberi e Uguali, la formazione che fa capo al presidente del Senato Pietro Grasso e aggrega Mdp, Sinistra Italiana e Possibile, nell’assemblea regionale tenutasi lo scorso fine settimana a Cinisello Balsamo ha ratificato la scelta di presentarsi da sola alle elezioni per il rinnovo dell’assemblea consiliare lombarda, designando come candidato presidente Onorio Rosati. Consigliere regionale uscente, è stato segretario della Camera del Lavoro e si è occupato a lungo di sicurezza e legalità nei luoghi di lavoro.
“La scelta – tengono a puntualizzare i coordinatori Liberi e Uguali di Crema, Paolo Losco e Marta Andreola – è avvenuta attraverso un percorso democratico, coerente e condiviso, e si basa sui contenuti, non su prese di posizione aprioristiche.”
“La nostra forza politica – ribadiscono nella nota inviata alla stampa – ha l’obiettivo di ricostruire il mondo della sinistra, partendo da temi ben saldi: il nostro manifesto in questo senso parla chiaro. Con Gori non è stato possibile trovare un’intesa perché al di là di generici appelli non è mai stato possibile ottenere risposte nette e chiare su troppi argomenti: come intende fermare il consumo di suolo, come e con quali scelte vuole ridare centralità e qualità alla sanità pubblica, come garantirà l’applicazione della 194 in tutti gli ospedali lombardi, quali proposte per combattere le diseguaglianze, quali politiche attive vuole mettere in campo per creare lavoro, come mettere mano alle situazioni di disagio che quotidianamente vivono i nostri pendolari, quali azioni intraprenderà contro la disparità di genere e per la conciliazione famiglia-lavoro.”
E all’elenco aggiungono inoltre forti riserve circa la riforma sanitaria di Maroni per la presa in carico della cronicità, che a loro avviso fallisce l’obiettivo, aprendo “preoccupanti scenari di privatizzazione” e in ordine alla quale avrebbero voluto capire come intende agire Gori. Come pure “quali azioni metterà in atto per contrastare la criminalità organizzata nel nord Italia, che è un problema”.

“Troppi punti in sospeso, su cui Liberi e Uguali intende caratterizzare una proposta di cambiamento per la nostra regione”, affermano determinati Losco e Andreola. “Siamo convinti che per cambiare le cose, in Lombardia, come in Italia, la risposta deve essere netta, radicale e programmatica.”
Nei giorni scorsi è stata definita anche la lista dei candidati al consiglio regionale per la nostra provincia, tra cui – quale rappresentante del territorio cremasco – è stata designata Marta Andreola, 26 anni, laureata in psicologia, residente a Rivolta d’Adda e da anni attiva nella politica locale, prima con Sinistra Ecologia e Libertà, ora con Liberi e Uguali.
Gli altri nomi, sulla provincia di Cremona, sono: Lapo Pasquetti, Roberta Mozzi e Fabrizio Aroldi.