Crema – Rassegna “Il cinema a Crema e dintorni” dal 17 gennaio al 21 febbraio presso sala Cremonesi, Museo civico

Centro Ricerca Alfredo Galmozzi, Amenic Cinema, Crema Film Commission e Comune di Crema hanno organizzato la rassegna cinematografica “Il cinema a Crema e dintorni” in occasione del’uscita – il 25 gennaio prossimo – del film di Luca Guadagnino “Chiamami col tuo nome”, pellicola in odore di Oscar, girata tra Crema e Moscazzano. Per l’occasione sabato 27 gennaio il Comune sta organizzando una serata ‘speciale’ di cui non ha ancora anticipato i particolari.

La rassegna vuole proporre altre pelicole che, nel corso degli anni, sono state girate nella nostra città e nei territori limitrofi (lodigiano e Cremona compresi). Si potranno così riscoprire angoli e paesaggi ormai perduti o ‘come erano allora’. Ogni pellicola sarà introdotta dall’intervento di un esporto che ne dettaglierà le caratteristiche.

Si comincia mercoledì 17 gennaio con “Gli sbandati” (1955) di F. Maselli (girato a Ripalta Guerina; 31 gennaio “La febbre” (2005) di A. D’altri girato a Cremona; 7 febbraio “Teorema” (P.P. Pasolini) girato a Sant’Angelo Lodigiano; 14 febbraio “Ah, Serafina!” (1976) di A. Lattuada girato a Crema, nello specifico presso il manicomio che allora era ancora presente in viale Santa Maria, a fianco della Basilica; infine 21 febbraio “Il primo giorno d’inverno” (2008) di M. Locatelli girato a Moscazzano.

Le proiezioni si terranno tutte presso la sala Cremonesi del Museo Civico di Crema, alle ore 21. Ingresso libero