Offanengo – Bene il presepe vivente dell’Epifania. Premiati i vincitori del concorso dei presepi più belli

Il presepe vivente, organizzato dalla parrocchia di Offanengo, in particolare dal Gruppo animazione dell’Oratorio, svoltosi come da tradizione, nel pomeriggio dell’Epifania, sabato 6 gennaio a partire dalle ore 15, è andato davvero bene. Un cambiamento nella location è stato necessario: anziché nel piazzale antistante la chiesa è stato preferito – causa pioggia – il bel porticato dell’oratorio dove ha trovato riparo anche parte del pubblico. Qui si è svolta la prima parte del presepe vivente con Maria e Giuseppe in cerca di un riparo dove far nascere il Figlio di Dio. L’annuncio dell’angelo e la sosta presso le diverse locande hanno ottenuto l’effetto di coinvolgimento desiderato. I figuranti (45 ragazzi e 20 adulti) si sono poi spostati all’interno della chiesa per le ultime tre significative scene della rappresentazione. Una scelta felice, anche perché ha permesso al numeroso pubblico, di seguire, molto bene, seduto e al caldo, ogni passaggio della sacra rappresentazione. Così scene quali la nascita di Gesù Bambino, l’arrivo dei pastori e dei Re Magi, così come le deliziosa danza degli angioletti (bambini di 1° e 2° Primaria) sono state particolarmente apprezzate. Tutti bravissimi gli interpreti tra i quali Samuele Guarneri (Giuseppe), Gessica Zoje (Maria), il piccolo Jacopo Pavesi (Gesù) – attenti e felici i genitori Moira Corlazzoli e Massimo Pavesi, con le due sorelle maggiori – e Leonardo Assandri (l’angelo).

L’aspetto tecnico e organizzativo è stato curato da don Francesco che, ereditando il lavoro di don Emanuele, ha ‘debuttato’ al suo primo presepe vivente ed è stato… bravissimo!

Al termine della rappresentazione e dopo la preghiera curata da don Bruno sono stati premiati i vincitori del concorso dei presepi più belli (18 partecipanti, coordinato da Paola Mirelli). Per la sezione ‘Bambini e famiglie’, come ‘presepe creativo’ è stato premiato “Il presepe del cortile” curato dalle famiglie di via Brescia, quindi il premio per il presepe tradizionale è stato assegnato a tre fratelli: Benedetta, Mario Filippo e Raffaele Zaniboni. Per la sezione Ragazzi sono stati premiati Davide Bussi (per la creatività che ha impiegato con i mattoncini Lego) e Mattia Gargioni per il presepe tradizionale. Tra i giovani sono stati premiati Lenny Vezzelli (presepe creativo), Manuel Maggi e Samanta Lucchi (per la versione tradizionale), e premio ‘Spirito del Natale’ a Alberto Posenenti. Infine tra gli adulti sono stati premiati Rossano Tonetti per la creatività e Carlo Martignoni per il bel presepe mobile tradizionale.