Crema – Offese a don Lorenzo Roncali, sarebbero stati identificati gli autori

Novità su don Lorenzo Roncali. Sarebbero stati identificati e deferiti gli autori delle scritte diffamanti e offensive tracciate il mese scorso sul sagrato della chiesa parrocchiale e sui muretti dell’oratorio di San Bernardino all’indirizzo del parroco.

IDENTIFICATI GLI HATERS DI DON LORENZO RONCALI

Si tratterebbe di sei giovani, alcuni dei quali minorenni. Si attendono conferme dagli uffici di Polizia di Crema che, dopo aver raccolto la denuncia del sacerdote (preso di mira in più di una occasione in questo ultimo anno), avevano avviato prontamente le indagini.

LE SCRITTE CONTRO DON LORENZO RONCALI LA SERA DI HALLOWEEN

L’episodio delle scritte diffamanti contro don Lorenzo risale alla notte di Halloween. Come avevamo già raccontato in un nostro precedente articolo, dopo aver imbrattato con bombolette spray i muri dell’oratorio e della chiesa del quartiere cittadino San Bernardino i vandali avevano lasciato anche scritte e disegni sulla pavimentazione del sagarato, fortemente offensive.

LA DENUNCIA E IL FURTO IN CASA DI DON LORENZO RONCALI

Don Lorenzo, dopo aver denunciato l’episodio sui social network aveva subito sporto denuncia contro ignoti anche presso le Forze dell’Ordine di Crema. Mentre si trovava in Commissariato per sporgere denuncia la sua abitazione era stata visitata dai ladri che avevano forzato una finestra ed erano entrati. Speravano probabilmente di trovare le offerte di quei giorni di particolari celebrazioni. Così era stato. Circa 8.000 euro, stando alle stime effettuate dal sacerdote, erano finiti nelle mani dei malavitosi. A don Lorenzo non era rimasto altro da fare che tornare dalle Forze dell’Ordine per denunciare l’accaduto.

LA SOLIDARIETA’ VERSO DON LORENZO RONCALI

Don Lorenzo  aveva sin da subito ricevuto dimostrazioni di solidarietà e vicinanza. In particolare dal vescovo di Crema, mons. Daniele Gianotti, dal sindaco di Crema Stefania Bonaldi, dal Consiglio pastorale della parrocchia di San Bernardino, nonché da numerosi amici e dai confratelli sacerdoti.