Camisano – Lavori per la sistemazione della piazza Maggiore. Due fermate per bus con relativi passaggi pedonali, nuovi parcheggi e nuovi arredi urbani

L’amministrazione comunale di Camisano ha fissato l’obiettivo della sistemazione della piazza del paese, sia dal punto di vista estetico sia da quello viabilistico.
“La nostra bella e maestosa piazza, è stata per tanti anni capolinea e unica fermata degli autobus del servizio pubblico, creando purtroppo, troppo spesso, la necessità di continua manutenzione alla pavimentazione rovinata dai mezzi che con le manovre sfaldano i sanpietrini”, spiega il sindaco Adelio Valerani. Per evitare tutto ciò chi è al governo ha pensato di spostare la fermata all’esterno di piazza Maggiore.
“Nel contempo abbiamo richiesto all’Agenzia provinciale dei trasporti di poter istituire una seconda fermata per i cittadini a nord del paese, distante ben 800 metri dalla prima fermata vicino al municipio”, chiarisce il primo cittadino.
La domanda ha dato il via all’iter, preceduto dalla medesima richiesta a firma di un gruppo di studenti pendolari: il 25 ottobre scorso è quindi stato effettuato un sopralluogo, presenti i tecnici preposti alla creazione delle due fermate (in sicurezza) in via Roma e in via Trieste (all’altezza del civico 67). S’è cominciato da via Roma, di fianco alla piazza, dove la pensilina esistente per l’attesa dei pullman ha determinato il posizionamento preciso della fermata per il nuovo carico-scarico dei pendolari (a lato carreggiata). La piattaforma atta a ciò sarà raccordata al marciapiede esistente a ridosso dell’entrata municipale, così come indicato dalle prescrizioni dell’Agenzia provinciale di Cremona-Mantova del trasporto pubblico e nelle vigenti leggi in materia.
“Di qui viene di conseguenza l’obbligo di chiusura al traffico veicolare della parte percorribile che fiancheggia il palazzo comunale, ora a senso unico – precisa Valerani –. Siamo certi che questa modifica alla circolazione in piazza non comporterà alcun danno, anzi sarà una miglioria: si creerà ‘un’oasi’ in sicurezza per i pedoni che accedono ai servizi comunali”.
Per quanto riguarda la possibilità di parcheggiare in piazza Maggiore, non vi sarà nessuna differenza rispetto a oggi circa il numero dei posti: anche togliendo i quattro stalli al centro della piazza per istituire il doppio senso di marcia, nuovi parcheggi saranno realizzati in un’altra zona. Il mercato rimarrà nella stessa posizione di sempre, evitando disguidi agli ambulanti attuali e futuri. “Vien da sé che con tali modifiche si risparmierà la continua manutenzione del fondo in sanpietrini, evitando anche le cadute accidentali delle persone. Offriremo un servizio migliore, poi, a gran parte degli utenti degli autobus per la zona nord del paese”, riflette ancora il sindaco.
Tempo permettendo l’inizio dei lavori avverrà già la prossima settimana, dal 18 al 23 dicembre, con la preparazione della piattaforma della nuova fermata a lato della piazza e la rettifica della viabilità dello slargo con la creazione dell’isola pedonale. Non mancherà l’inserimento di nuovi arredi urbani (fioriere con sedute annesse, panchine in cemento e graniglia di marmo levigate, collocate in quattro diversi punti).
“Abbiamo riflettuto a lungo. Siamo certi di aver impegnato al meglio il nostro tempo e le nostre risorse al servizio dei cittadini. La piazza tornerà a essere luogo sicuro, bello, uno spazio di socialità per l’intera comunità, che vive in questo luogo manifestazioni religiose, sportive e culturali”, conclude Valerani.
È datata 13 dicembre, dunque, l’ordinanza di modifica della viabilità in piazza Maggiore con la creazione di due ‘punti di sosta’ dei bus sulla strada che taglia in due il centro abitato: dispone l’istituzione della fermata in via Roma di fronte al civico 22-24, a lato carreggiata in sostituzione di quella posta all’interno della piazza; la creazione della nuova fermata in via Trieste; la formazione di due attraversamenti pedonali in concomitanza delle due fermate (simili a quello sorto di fronte alla scuola, ndr). Il tutto con modifica della viabilità di piazza Maggiore: doppio senso di marcia nella carreggiata centrale (oggi, molto larga, ma a senso unico in uscita), divieto di transito nella strada a lato del municipio e formazione di quattro nuovi parcheggi in luogo di quelli persi al centro.