Celebrati a Offanengo i funerali di Don Vito Groppelli

Il vescovo Daniele Gianotti incensa la salma di don Vito Groppelli al termine dei funerali che si sono celebrati oggi pomeriggio a Offanengo

Si sono appena conclusi a Offanengo i funerali di don Vito Groppelli, morto tragicamente venerdì nel tardo pomeriggio, investito da un’autovettura. A celebrarli il vescovo Daniele Gianotti. Gremita la chiesa con anche la partecipazione di una delegazione dal Brasile.

Dopo la lettura del Vangelo, don Giancarlo Scotti ha tratteggiato un ricordo di quanto fatto da don Vito, per poi leggere il messaggio di cordoglio del cardinale Geraldo Majella Agnelo, di cui don Vito è stato segretario all’Arcidiocesi di Londrina. “È stato un grande combattente a favore della famiglia – le parole del porporato -. Creativo e divertente sempre con il sorriso, irrequieto come sant’Agostino nella ricerca di Dio. Lascia molti segni a Londrina dove era amato da tutti.”

Il vescovo Daniele ha quindi ricordato don Vito come un instancabile cercatore di Dio, citando diversi passi del suo testamento spirituale e facendo, infine, riferimento a un lungo racconto scritto da don Vito in cui immagina che Maria, dopo la morte del figlio  corra dalla madre di Giuda per portare annuncio della Misericordia.
“In questa casa Dio lo accolga perché continui a essere strumento del Dio misericordioso che soccorre”.

La salma sarà sepolta nel cimitero di San Bartolomeo, parrocchia di origine di don Vito.

Clicca qui per la biografia di don Vito Groppelli.
Clicca qui per leggere il testamento spirituale di don Vito Groppelli.