Izano – Apprezzato viaggio in Svizzera in attesa del Santo Natale

Foto di gruppo degli izanesi in terra svizzera

Come è ormai consuetudine da oltre 12 anni, la Biblioteca comunale di Izano anche nel 2017 ha organizzato un bellissimo viaggio in attesa del Natale. Per questa occasione, la scelta è caduta sulla Svizzera – Territorio Francese – in particolare il Lago Lemano, meta scelta nel passato, ma ancora oggi, da scrittori, attori e musicisti famosissimi per stabilirvi la propria residenza.

Prima tappa la città di Montreux, elegante e suadente con lo scenografico Castello di Chillon, che ha ispirato Lord Byron ma anche più popolarmente la Disney, che ha colto nelle sue forme e nella sua posizione quasi adagiata sul lago, l’ispirazione per il castello del film di animazione “La Sirenetta”. Dopo la visita al castello, il gruppo guidato dall’assessore alla cultura dottoressa Sabrina Paulli si è spostato in città, dove anche grazie a una bella giornata di sole ha potuto godere dello spettacolo regalato dalle numerose bancarelle natalizie posizionate lungo tutta la passeggiata del lago. Non è mancata la foto ricordo accanto alla statua di Freddy Mercury, di fronte al lago, il cantante dei Queen morto a Montreux e che nella posa che lo ha contraddistinto durante la sua carriera (microfono alzato al cielo) è ormai diventato meta di “pellegrinaggio” non solo dei fan, ma anche di turisti semplicemente curiosi.

Successivamente, la visita della regione della Gruyeres, famosa per il formaggio ma anche per il cioccolato. La mattinata, complice anche un bell’acquazzone, è volata letteralmente all’insegna di un’esperienza extrasensoriale: la visita alla Maison Chocolatier Cailler, un marchio storico della produzione di cioccolato svizzero, che ha saputo mantenere la sua identità, nonostante sia entrato a far parte, per logiche di mercato, del gruppo Nestlè. L’esperienza è stata veramente appassionante e .. golosa… infatti i partecipanti hanno potuto vivere la storia della Maison attraverso un percorso fortemente interattivo che si è concluso gloriosamente con un’abbuffata di cioccolato di tutti i tipi e gusti.

Il pomeriggio il gruppo si è spostato a Gruyeres, borgo medievale sede dell’’antica residenza comitale, si trova su una collina che sovrasta la Sarine. Il Castello del XIII secolo attualmente è un museo che illustra otto secoli di architettura, storia e cultura regionali. Nel vicino piccolo Castello di St. Germain si trova il Museo H. R. Giger, che espone la fantastica arte del Premio Oscar e creatore di Alien. Al centro della cittadina vietata al traffico è situato il Museo del Tibet aperto nel 2009 che ospita più di 300 fra sculture, quadri e opere rituali buddisti provenienti da diverse regioni dell’Himalaya.

Il viaggio si è concluso con una visita guidata di Losanna, città interessante sotto vari aspetti: pittoresca e intellettuale, la città collinare si affaccia sulle sponde settentrionali del Lago di Ginevra, a metà strada tra Ginevra e Berna, non lontano dal confine francese. Il centro storico medievale, caratterizzato da strade strette e ripide, è dominato dalla bella cattedrale gotica ed è ricco di musei, gallerie d’arte e teatri. Molto interessante l’insolita collezione del Museo Art Brut, ospitato nel Castello Beaulieu e di altissimo livello le esposizioni della Fondazione de l’Hermitage e del Mudac, il Museo del Design e Arte Contemporanea. Place de la Palud, nel cuore della città vecchia, risale al IX secolo è costeggiata da bei edifici storici tra cui il palazzo seicentesco del municipio oggi trasformato nell’Hotel de Ville. La città, circondata da vigneti, si è sviluppata su tre colline ed è attraversata nel suo centro da una gola sormontata da diversi ponti. Considerata una delle città più verdi d’Europa, Losanna incentiva il rispetto della natura grazie al noleggio gratuito di biciclette e all’utilizzo dei mezzi pubblici: si pensi che Losanna è la città più piccola al mondo (140.000 abitanti) a possedere una metropolitana.

La meta scelta quest’anno dalla Biblioteca comunale di Izano è stata apprezzata anche per la sua originalità. Grazie a tutti i partecipanti.