CALCIO SERIE D – Pergolettese, domani in panchina siederà Tiziano Lunghi

Domani sulla panchina della Pergolettese, nella trasferta di Ponte San Pietro, siedera’ TIZIANO LUNGHI rientrato nei ranghi del settore tecnico gialloblu’ dopo la sua autosospensione (comunicate al Presidente Marinelli nella giornata di Lunedi) a causa delle dimissioni improvvise dell’ex tecnico PAOLO CURTI. Chiaritosi dopo qualche giorno di silenzio con l’ex allenatore, al quale non voleva fare un torto pur non condividendo la sua improvvisa decisione e lasciato libero di decidere, si e’ messo a disposizione della Societa’ la quale ha acconsentito al suo reintegro. Ha gia’ diretto la seduta di rifinitura del sabato mattina coadiuvato dal preparatore atletico EMERICO PELLEGRINI. L’allenatore della Juniores Naz. GIOVANNI DALL’IGNA, al quale vanno i ringraziamenti per la disponibilita’ dimostrata e che ha diretto gli allenamenti in settimana ha preferito farsi da parte, nonostante la richiesta societaria di proseguire nel lavoro iniziato. Al termine della seduta di allenamento, TIZIANO LUNGHI ha voluto chiarire e spiegare l’evolversi dei fatti:

“Tutto nasce nello scorso fine settimana. Dopo l’assenza di Curti nella seduta di sabato scorso, ho insistito con lui perche’ fosse stato presente in panchina nella gara di domenica scorsa contro il Dro, perche’ ritenevo giusto che la dirigesse lui, alla luce del fatto poi che il lunedi avrebbe dovuto esserci un incontro in sede per chiarire le incomprensioni evidenziate nella discussione del venerdi precedente. Ho provato facendo cosi’ di ricucire le cose, perche’ dentro di me c’era la volonta’ di continuare nel lavoro svolto fino ad ora. Chiaramente poi lunedi’, quando Paolo mi ha comunicato la sua decisione, era normale che io rimanessi dalla sua parte essendo nel suo staff. Dopodiche’ la societa’ mi ha chiesto di stare vicino alla squadra per qualche giorno per valutare e capire bene la situazione, essendosi trovata spiazzata da questa mossa e per dare un po’ di continuita,’ in attesa di decisioni finali. Io in quel momento, seppur a malincuore, non me la sono sentita di acconsentire, non essendomi ancora chiarito con Paolo Curti tutti gli aspetti della sua scelta. In settimana poi e’ stato lui stesso a spingere presso la societa’ e col Presidente di fare due chiacchiere con me, avendo capito che io ci tenevo molto (come ci teneva lui) a non gettare tutto il lavoro svolto da luglio fino ad oggi. Ieri in un colloquio personale con lui mi ha praticamente liberato da qualsiasi vincolo, dicendomi che sarebbe stato felice se fossi andato avanti io nel lavoro. Sapendo che sia la societa’ che i ragazzi, avrebbero acconsentito a un mio reintegro, ho accettato volentieri di essere qui. Adesso pero’ in questo momento vorrei lasciare da parte tutto e concentrarmi sulla difficile partita di domani col Pontisola.”

La societa’ nella giornata di lunedi comunichera’ come sara’ composto definitivamente lo staff tecnico della PERGOLETTESE.