FURTO AI DANNI DI UN’ANZIANA DI OFFANENGO

Nel tardo pomeriggio di ieri, 7 dicembre, una pensionata di 68 anni di Offanengo, denunciava ai carabinieri della stazione di Romanengo e all’equipaggio della locale radiomobile, prima a intervenire sul posto, di essere stata vittima di un raggiro e di un furto.

Pochi minuti prima due ignoti malfattori, qualificatisi come addetti alla manutenzione dell’impianto del metano, entravano nella sua abitazione, convincendola a mettere i propri averi (oro e denaro contante) all’interno del frigorifero, convincendola che il metano sarebbe potuto entrare in contatto con l’acqua contaminata dal gas tossico. Una tecnica purtroppo molto diffusa che convince gli anziani facilmente vulnerabili.

L’anziana veniva tratta in  inganno dall’odore di gas irritante, con tutta probabilità spruzzato prima dagli autori del reato all’interno del bagno, e per questo si allontanva dai locali, permettendo ai mafattori di impossessarsi dei valori e preziosi, posti precedentemente nel frigorifero, e quindi di dileguarsi.

La vittima, avvertendo irritazione alla gola dovuta al gas inspirato, ricorreva alle cure mediche presso l’ospedale maggiore, venendo subito dimessa senza prognosi. Le indagini per assicurare i malviventi alla giustizia sono in corso.