Crema – Il concerto del coro Concinentes in Santa Maria Stella: voci femminili per la musica delle monache del XVII secolo

È approdato anche a Crema l’Ensemble Vocale “Concinentes”, piccolo gruppo di sole voci femminili che da qualche anno si dedica allo studio, all’esecuzione e alla divulgazione della musica sacra, con particolare attenzione alla scoperta di brani di rara esecuzione, come ad esempio le composizioni delle suore del 1600, una produzione per lo più sconosciuta che ha rappresentato una bella fetta del programma proposto sabato 2 dicembre alle ore 21 nella chiesa di Santa Maria Stella annessa alla Parrocchia di San Benedetto. Con tale concerto, seguito da numerosi spettatori, si è inteso ricordare alcuni fedeli legati a tale chiesa ricca di arte religiosa, come celebrare la figura di Maria nell’imminenza della festività dell’Immacolata Concezione. Gea Gelmetti, Sara Zigatti, Paola Tagliati (canto I), Elisa Cazzamalli, Giovanna Stanga, Ester Bertozzi (canto II), Isabella Di Pietro, Claudia Guarneri, Manuela Indelicato e Ada Stringhi (alto), ben guidate dal direttore Daniele Scolari, hanno affrontato un impegnativo repertorio, aperto e chiuso dalla Salve Regina, in apertura nella celebre antifona gregoriana, al termine nella ritmata e solenne scrittura della monaca Isabella Leonarda.  La parte conclusiva è stata dedicata proprio al repertorio delle monache, che hanno dimostrato personalità compositiva, padronanza dei mezzi tecnici e soprattutto la capacità di trasmettere belle immagini musicali, nelle quali è stata espressa una devozione ardente e carica di meraviglia. Maria Xaveria Perucona, Chiara Margarita Cozzolani e la già citata Isabella Leonarda sono le testimoni di un’attività vivace e intensa all’interno dei conventi secenteschi. Le voci scelte e affiatate, dotate di una certa raffinatezza espressiva, sono state meritatamente applaudite al termine dell’esibizione.
Luisa Guerini Rocco