ANCE CREMONA – Ordine architetti consegna premi fedeltà associativa e borse di studio

Il presidente Ancre Cremona, Carlo Beltrami, con le aziende premiate per la Fedeltà associativa

Venerdì 1 dicembre si è svolta, presso la sede di Ance Cremona, l’annuale assemblea pubblica dell’ordine degli architetti con la consegna dei premi di Fedeltà associativa e delle borse di studio.
In apertura di lavori, alla presenza dell’on. Danilo Toninelli, del presidente della Provincia di Cremona Davide Viola, dell’assessore del Comune di Cremona a Territorio-Area Vasta e Casa, Andrea Virgilio, dell’assessore a Lavori Pubblici, Patrimonio, Mobilità, Viabilità e Trasporti del Comune di Crema Fabio Bergamaschi, del direttore generale della Camera di Commercio di Cremona Maria Grazia Cappelli e dei segretari provinciali delle organizzazioni sindacali di categoria Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, il presidente di Ance Cremona, Carlo Beltrami, ha introdotto il tema della rigenerazione urbana, che è stato scelto per questa importante occasione di dialogo e confronto tra pubblica amministrazione, imprese e liberi professionisti in quanto siamo in presenza di una evoluzione della società che richiede nuove politiche urbane e quindi una pianificazione a diversi livelli, che crei un rapporto tra i due attori principali di questo processo, gli enti locali/pubblica amministrazione da un lato e dall’altro gli operatori, vale a dire le imprese ed i soggetti che normalmente si relazionano con esse.
Beltrami ha poi sottolineato che per consentire l’avvio del “processo di rigenerazione”, l’Associazione costruttori ANCE propone un quadro di regole trasparenti in un sistema di convenienze al fine di garantire la “sostenibilità economica” dell’intervento; infatti, nel corso degli ultimi mesi, l’associazione ha sviluppato alcune proposte, condivise dal tavolo tecnico di confronto che è attivato tra Ance Lombardia e la Regione medesima e rese concrete in un documento, che si sostanziano in misure di incentivazione e semplificazione rivolte ai processi di rigenerazione agendo sostanzialmente attraverso modifiche ed integrazioni all’articolato della Legge 12 del 2005 (legge regionale di governo del territorio).
Si sono quindi aperti i lavori del Convegno, organizzato da Ance Cremona in collaborazione con l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Cremona, con l’introduzione da parte dell’arch. Massimo Masotti, consigliere dell’Ordine di Cremona e responsabile della formazione professionale, seguito dall’intervento dell’arch. Piergiorgio Vitillo, professore del Dipartimento di Architettura e Studi urbani (DAStU) Scuola di Architettura, urbanistica, Ingegneria delle Costruzioni (AUIC) del Politecnico di Milano, il quale ha illustrato le opportunità, le strategie e le politiche necessarie per la rigenerazione delle città italiane, soffermandosi sulle possibili “leve” per implementare la rigenerazione urbana, ovvero: la semplificazione strumentale e procedurale, la fiscalità di contrasto e le risorse, europee e nazionali,
Ha poi lasciato la parola all’arch. Maurizio Ori, paesaggista AIAPP, che ha affrontato il tema del progetto di paesaggio come modalità di gestione della rigenerazione urbana e territoriale, portando esempi di rigenerazione ecologica delle città (ecoquartieri) sia esteri (Francia e Germania) che italiani: in primis Cremona, con le sue ex caserme, e la provincia di Brescia (Progetto Green Lake a Puegnago del Garda).
Al termine del convegno, sono stati consegnati i premi di Fedeltà associativa e le borse di studio di merito per onorare la storia dell’Associazione costruttori Ance Cremona.

Alcuni degli studenti cui è stata assegnata una borsa di studio

Le imprese insignite sono:
– 70 ANNI (1947-2017) Impresa Edile Arcari S.a.s. di Arcari Giovanni & C. di Sospiro Musoni Renzo S.n.c. di Musoni Giovanni & C. di Cremona;
– 60 ANNI (1957-2017) Impresa Edile Secchi Costantino S.r.l. di Cremona;
– 50 ANNI (1967-2017) Dendena Costruzioni S.r.l. di Chieve;
– 30 ANNI (1987- 2017) Impresa Cogni S.p.A. di Cremona-Piacenza, Impresa Concesa di Ciboldi Gianfranco & C. S.n.c. di Soresina, Do-Ma Costruzioni S.r.l. di Vailate;
– 20 ANNI (1997- 2017) Gambarini Costruzioni S.r.l. di Trescore Cremasco.
Le borse di studio sono state assegnate ai seguenti studenti meritevoli, figli o nipoti di imprenditori associati o figli di dipendenti impiegati delle imprese associate:
– UNIVERSITà: Marco Fugazza, Impresa Bertoni Maurizio & Sergio Snc- laureato a pieno voti con lode in Economia aziendale e management alla Università Bocconi di Milano; Lucia Tonani, Università Cattolica di Brescia, terzo anno di Scienza dell’Educazione e Formazione, Impresa Ravara SpA;
– ISTITUTI SUPERIORI: Camilla Caponi, Impresa Secchi Costantino srl, terzo anno Liceo Classico Manin di Cremona; Elena Fusar Poli, Ance Cremona, terzo anno Istituto Ghisleri di Cremona;
– DIPLOMA TERZA MEDIA: Greta Gambarini, Impresa Gambarini Costruzioni srl, frequenta Liceo Scientifico Da Vinci di Crema; Leonardo Veluti, Ance Cremona, frequenta Liceo Scientifico Aselli di Cremona.