Crema – Primarie di San Bernardino: nessun allarmismo per l’episodio di scabbia già circoscritto e in corso di risoluzione

Oggi, venerdì 24 novembre, alle ore 9 si è svolta presso il plesso di via Brescia della scuola Primaria di San Bernardino, IC. Crema I, la conferenza stampa per chiarire il ‘caso’ dei tra fratellini giunti da una settimana nella scuola affetti da scabbia. La segnalazione ha prontamente attivato l’Ats che ha preso tutti i necessari provvedimenti per risolvere l’infezione cutanea. I bambini sono già sottoposti a profilassi e rientreranno a scuola tra 7-10 giorni. Nessuna epidemia dunque, nessun rischio per la popolazione scolastica di San Bernardino se non quello di ‘ghettizzare’ i bambini, aspetto sul quale la dirigente Rabbaglio e il corpo docente interverranno prontamente per evitare che avvenga. La sindaca Bonaldi, gli assessori Giennuso, Galmozzi e il consigliere Gramignoli hanno sottolineato che non è giusto stigmatizzare una scuola solo per un caso di infezione cutanea, estremamente circoscritto e risolvibile infatti, come hanno spiegato diffusamente i tre medici presenti (anche la dr.ssa Piera Venturelli per la componente genitori), è sufficente trattare l’acaro responsabile della scabbia con alcuni unguenti e lavare lenzuola, accappatoi e bincheria, per risolvere il problema; tutti provvedimenti in corso di attuazione.

La Primaria di San Bernardino, una realtà che rischia la chiusura per il numero di iscritti piuttosto ridoto, non ha certo biosgno di efatizzare dei ‘non problemi’ e ricorda invece la giornata di sucola aparta per conoscere la bella scuola di uno dei quartirei più antichi della città: appuntamento a martedì 19 dicembre per l’open day della scuola.