Izano – Dopo alcuni furti si ritorna sull’argomento sicurezza

La minoranza Insieme per Izano
A seguito di alcuni furti (una decina) accaduti recentemente a Izano e che hanno coinvolto anche la scuola primaria e la canonica presso la Casa della Comunità, la minoranza Insieme per Izano torna, con un’interrogazione, sull’argomento sicurezza.

In particolare, il gruppo chiede spiegazioni riguardo il “sistema di videosorveglianza e la sua approvazione”. Argomento che era tra le priorità, durante la campagna elettorale, dell’amministrazione Tolasi, che ora guida il paese. Giulio Ferrari, Alberto Maccalli e Luca Piloni chiedono inoltre “di allegare alla risposta anche il formato digitale del progetto definitivo”. Gli esponenti d’opposizione rilevano che, a differenza di altri Comuni dove i sistemi di controllo sono già funzionanti, “a Izano né il sistema varchi elettronici né il sistema di videosorveglianza sono installati e operativi”.
Insieme per Izano non è nuovo a interrogazioni sul tema sicurezza. Nel gennaio scorso, era stata presentata richiesta di delucidazioni in merito al “progetto di varchi elettronici a Izano” e nel dettaglio, si chiedeva “se il progetto definitivo che comprende anche il sistema di videosorveglianza fosse già stato approvato e quando fosse prevista l’inaugurazione”. In quell’occasione, il sindaco Luigi Tolasi rispose: “È stata approvata la convenzione con Scrp per la realizzazione del Progetto varchi elettronici. Ci auguriamo che il progetto venga messo in opera al più presto, quale primo passo nel perseguimento della sicurezza dei cittadini, la prevenzione di reati e illeciti. Gli uffici competenti sono in contatto con Scrp per gli sviluppi procedurali del progetto”.
Pronta è stata la risposta del sindaco Tolasi alla nuova interrogazione del gruppo di minoranza: “Quello dei varchi elettronici è un progetto di Scrp che riguarda tutta la zona del Cremasco. Saranno infatti posizionati in diversi punti del territorio. A Izano ne è previsto uno sulla strada che va a Salvirola. Lunedì 6 novembre abbiamo inviato a Scrp una richiesta per avere informazioni più precise sullo stato d’avanzamento dei lavori. Come Comune stiamo valutando la scelta del punto esatto (il palo giusto) dove sarà posizionato il dispositivo. Dopo che saranno definiti i varchi elettronici – ha proseguito il primo cittadino – valuteremo il da farsi per l’installazione di telecamere in paese. È ovvio che, pur preoccupati per il moltiplicarsi dei furti, come amministrazione non possiamo mettere le videocamere in tutte le vie…”.