CHIESA ITALIANA – Oggi si aprono due importanti appuntamenti: la Settimana Sociale e il “(Re)thinking Europe”.

Per la Chiesa italiana ed europea, Si aprono, fra oggi e domani, due appuntamenti di grande rilievo.

A Cagliari, dal 26 al 29 ottobre, si terrà la 48ª Settimana sociale dei cattolici italiani che questa volta si sofferma sul tema “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale”. I diversi “volti” e le diverse espressioni del cattolicesimo della Penisola – e non solo – si ritroveranno per mettere a fuoco un tema di estrema attualità, deentro il contesto di una realtà economica, sociale e internazionale in rapida trasformazione. Si conferma peraltro la privilegiata attenzione umana e pastorale che la Chiesa italiana ha sempre riservato al mondo del lavoro, che ha profonde ricadute sulla vita delle famiglie e della società italiana nel suo insieme.

 Si svolgerà inoltre in Vaticano, dal 27 al 29 ottobre, il “dialogo” dal titolo “(Re)thinking Europe”, promosso dalla Comece (Commissione degli episcopati della Comunità europea) e dalla Santa Sede in occasione del 60° della firma dei Trattati di Roma che diedero avvio al processo d’integrazione comunitaria. Un incontro – cui sono attese delegazioni dei Paesi aderenti all’Unione europea, esperti e politici di diverse nazioni – che intende soffermarsi ad analizzare le difficoltà che sta affrontando il cammino verso l’unità europea, anche allo scopo di proporre indicazioni e metodi che affondano le radici negli insegnamenti evangelici e nella diffusa presenza del cattolicesimo nel continente europeo.