BAGNOLO CREMASCO – L’Istituto comprensivo premiato al concorso “Il mestiere del futuro”, promosso da Confcommercio

La prof. Paola ferrari, il presidente Gruppo Giovani Confcommercio Davide Garufi e la dirigente scolastica Paola Orini

L’Istituto comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Bagnolo Cremasco è stato premiato, nei giorni scorsi, per aver vinto la selezione provinciale del concorso “Il mestiere del futuro”, promosso da Confcommercio.
Alla cerimonia di consegna dei riconoscimenti hanno partecipato i ragazzi delle classi terze – sezioni A e B – la professoressa Laura Ferrari e la dirigente scolastica Paola Orini. Per Confcommercio sono invece intervenuti il presidente del Gruppo Giovani Davide Garufi e la vice presidente del Gruppo Innovazione Serena Cominetti.
“Abbiamo voluto promuovere – ha spiegato il presidente Garufi – un percorso didattico ‘finalizzato all’informazione e all’orientamento sul tema del lavoro nel terziario: le possibilità che offre e la sua evoluzione’. In particolare il progetto ha voluto offrire ai ragazzi un’occasione originale e utile per comprendere quanto il panorama lavorativo oggi sia completamente cambiato rispetto al passato, complici l’avvento di Internet e le nuove tecnologie, e come debbano mutare le loro aspettative e il loro approccio al mondo del lavoro.”

La dirigente Paola Orini e il presidente Gruppo Giovani Confcomemrcio Davide Garufi

“A definire, poi, la classifica, è stata una gara ‘digitale’ a colpi di quiz, in cui si sono confrontate classi di scuole medie primarie e secondarie di tutta Italia”, ha fatto osservare.
“La scuola di Bagnolo è orgogliosa di questo risultato – ha commentato la professoressa Ferrari – in quanto l’imprenditorialità è uno degli elementi che caratterizzano l’Istituto. Lo studente, dunque, come futuro cittadino attivo e consapevole delle proprie decisioni.”
La dirigente Paola Orini ha invece evidenziato l’utilità di un legame sempre più stretto tra economia e mondo didattico.
“La formazione è importante: comincia a scuola e prosegue per tutto il percorso professionale”, ha rilanciato Garufi. “Nonostante siate ancora lontani dal mondo del lavoro, Confcommercio crede nelle nuove generazioni e, attraverso concorsi come quello che avete vinto – ha sostenuto, rivolgendosi ai ragazzi – vuole offrirvi uno sguardo sul futuro. Il mio consiglio è quello di essere attenti ai cambiamenti: nei prossimi anni alcune professioni scompariranno e altre nuove nasceranno. Si tratta di cogliere le opportunità e tradurle in una scelta di vita.”
All’evoluzione del settore è stata dedicata anche la riflessione di Serena Cominetti, vicepresidente del Gruppo Innovazione e consigliera di Terziario Donna che ha invitato i giovani a considerare le professioni emergenti e, in particolare, a valutare nella scelta delle scuole superiori percorsi stem, cioè legati alle nuove tecnologie e alle scienze matematiche.