RIVOLTA D'ADDA ALL'AVANGUARDIA

Tutti gli studi di mercato riservano ai veicoli elettrici un ruolo importante nel futuro del parco circolante con il punto di svolta evidente a partire dal 2019-20, quando il prezzo delle auto elettriche sarà equivalente a quello a combustione interna. Di lì in avanti, la diffusione dei veicoli elettrici dovrebbe registrare un'accelerazione delle vendite globali grazie anche ad alcuni fattori in primis: il calo del costo delle batterie, la loro maggiore capacità e strutture di ricarica sufficienti e potenti, persone più informate e preposte al cambiamento.
Ma oggi la realtà è ancora un'altra soprattutto nel nostro Paese dove scelte governative, burocrazia, mentalità generalizzata non informata e poco attenta alle problematiche ambientali, rallentano le tempistiche di attuazione di programmi che in altri paesi europei e nel mondo, più sensibili, stanno già attuando.
A Rivolta d'Adda un segno tangibile che questo cambiamento è iniziato viene dall'installazione della nuova Stazione di ricarica per i veicoli elettrici inaugurata il 30 settembre scorso. Grazie alla sensibilità e lungimiranza dell'amministrazione comunale che ha creduto al progetto, agli sponsor – il presidente della Bcc di Caravaggio Adda e Cremasco Merigo e il direttore Migliazzi, l'ing. Carlo Magni per Filmag, Giovanni Grioni della Volkswagen “Grioni Domenico”, “Zanardi moto”, “Facchetti Gomme”, Amedeo Mazzoleni per il Parco della Preistoria – con EVbility gestore del Sistema, si è potuto realizzare questa nuova Stazione di ricarica fornita al Comune in comodato gratuito per 3 anni, la prima in provincia di Cremona con ricarica gratuita tramite Tessera Sanitaria per gli utenti proprietari di veicoli elettrici e ibridi.
Ha una potenza da 22KW (veri) con 2 possibili allacci contemporanei e 4 tipologie di collegamento per moto e auto. Funzionerà da “rabbocco” – nel gergo della mobilità elettrica “biberonaggio” – per cui si potrà avere il veicolo in carica fino a un massimo di 2 ore a scelta dell'utilizzatore tanto da implementare la propria autonomia e stimolare la viabilità con questi autoveicoli.