CORSO DI STATISTICA E RACCOLTA DATI

Dati territoriali, indici socio-economici, elaborazioni statistiche, fonte preziosa per le governance di qualsiasi ente ed azienda: le Province al servizio dei Comuni. Se ne è discusso lo scorso 6 ottobre, presso San Vitale a Cremona, con operatori provenienti da diverse province d'Italia, alla presenza anche del coordinatore della Provincia di Cremona, Massimo Placchi, e di numerosi tecnici e funzionari comunali, nel corso di formazione gratuito promosso dalla Provincia di Cremona con l'UPI, attraverso la “Accademia per l'autonomia” e con il patrocinio di UPL, avente per tema “La collaborazione tra Comuni e Province in materia statistica e di raccolta dati, in base alla legge 56/14 e al protocollo di intesa ISTAT – ANCI – UPI”.
Il corso, moderato da Gaetano Palombelli dell'UPI, aveva appunto come focus centrale l'apporto di relatori del CUSPI e dell'Istat e sulle collaborazioni già avviate o che si possono avviare tra enti territoriali e ISTAT nella raccolta ed elaborazione di dati e nello sviluppo di progetti a supporto delle strutture e della governance dei territori.
A introdurre l'incontro è stato il consigliere provinciale, Rosolino Azzali, che nel portare i saluti del presidente della Provincia Davide Viola, ha evidenziato come “già dal 2014 l'ente cremonese abbia proposto ai Comuni un protocollo d'intesa mirato a supportare gli apparati comunali e gli amministratori nello svolgimento delle attività statistiche di competenza e nelle attività di gestione e governo del territorio, nella convinzione che i dati siano il punto di partenza per ogni programmazione. Un iter che ha portato anche alla costituzione nel 2016, con Comune di Cremona e Camera di Commercio, di un gruppo di coordinamento territoriale sulla materia statistica”.
Sono seguiti poi gli interventi più a carattere tecnico della rappresentante del CUSPI Paola D'Andrea, presidente del CUSPI e responsabile dell'Ufficio statistica della Provincia di Pesaro Urbino, e di Manlio Calzaroni ex dirigente ISTAT, sui progetti avviati in ambito SISTAN tra Provincie/città metropolitane, comuni e ISTAT.
Sono poi state illustrate due esperienze di collaborazioni avviate tra enti locali in campo statistico, una tra Provincia, Comune di Cremona e CCIAA, illustrato dall'assessore Rosita Viola del Comune di Cremona e da Michela Dusi dell'Ufficio statistica della Provincia di Cremona; e una tra la Provincia di Rovigo e i Comuni ad essa associati, illustrato da Donatella Bolognese e Alessia Scarparo dell'Ufficio statistica della Provincia di Rovigo.
Le conclusioni sono spettate a Gaetano Palombelli dell'UPI.