CREMA – CONVEGNO CURE PALLIATIVE

Si intitola “La Rete di Cure Palliative: esperienze a confronto” il convegno che si terrà sabato 7 ottobre, dalle ore 9 alle 17, presso l'Aula Magna del Polo d'Informatica dell'Università in via Bramante 65 a Crema. L'evento è organizzato dall'Unità operativa di Cure Palliative dell'Asst “Ospedale Maggiore” di Crema.
Il convegno, in un'ottica di un miglioramento continuo della presa in carico degli assistiti, quest'anno intende analizzare alcune caratteristiche relative alla possibilità di una sempre maggiore integrazione dei servizi presenti nella Rete di Cure Palliative, ovvero di assistenza domiciliare, ambulatoriale, day hospital, hospice. Per questo verranno illustrate e discusse alcune esperienze e percorsi specifici, attuati in Regione Lombardia da parte di alcune Reti Locali di Cure Palliative, per poterne evidenziare gli aspetti più significativi in un'ottica di miglioramento continuo dell'assistenza rivolta ai pazienti.
L'accesso alle Cure Palliative in Regione Lombardia è garantito attraverso Reti Integrate di Soggetti erogatori. Proprio in un'ottica di 'empowerment' (maggior coinvolgimento) del malato, della famiglia e della comunità locale Regione Lombardia, con la deliberazione N° X / 5918 del 28/11/2016 “Disposizioni in merito alla evoluzione del modello organizzativo della Rete di Cure Palliative in Lombardia: integrazione dei modelli organizzativi sanitario e sociosanitario”, mira a creare le condizioni per potenziare ancor più le sinergie e le connessioni organizzative, ovvero tra ospedale e territorio, tra livelli sanitario, sociosanitario e sociale, tra settore pubblico, privato e Organizzazioni non profit.
Come afferma il dottor Sergio Defendi, responsabile dell'Unità operativa Cure Palliative dell'Asst di Crema, “va detto in maniera molto chiara che inguaribile non vuol dire incurabile. Le Cure Palliative si focalizzano infatti in maniera particolare sui bisogni del malato – e della sua famiglia – con una valutazione globale e multidisciplinare dei suoi problemi superando, per questo, l'approccio specialistico tradizionale orientato esclusivamente sulla cura della malattia. L'obiettivo delle Cure Palliative è quello di migliorare la qualità della vita dei malati che si trovano ad affrontare i problemi associati a malattie inguaribili. Ciò è possibile attraverso la prevenzione e il sollievo della sofferenza con una identificazione precoce e un ottimale trattamento del dolore, degli altri sintomi come nausea, vomito, difficoltà di respirazione, insonnia, confusione mentale, ecc. e delle altre problematiche di natura psicosociale e spirituale”.
In questo modo le Cure Palliative promuovono il rispetto della dignità della persona e la sua qualità di vita, con particolare attenzione ai problemi assistenziali, nell'ottica di umanizzazione delle cure, che comprende anche gli elementi di vissuto soggettivo e le condizioni di fragilità sociale, familiare ed economica che si associano. Non si rivolgono solo a pazienti con malattie oncologiche, ma a pazienti con qualsiasi malattia evolutiva e cronica in fase avanzata, per esempio, neurologiche, respiratorie, cardiologiche.
In particolare, la Rete per le Cure Palliative è costituita dall'insieme degli interventi integrati e coordinati volti a garantire la continuità assistenziale del malato dall'ospedale al suo domicilio e offre:
. Consulenza specialistica palliativa, dell'Unità Operativa Cure Palliative nei reparti dell'Asst Crema, della Fondazione Benefattori Cremaschi e delle RSA del territorio cremasco convenzionate con l'Asst di Crema.
. Ambulatorio, presso l'Unità Operativa Cure palliative dell'Asst Crema.
. Assistenza di Cure Palliative domiciliare, dell'Unità operativa Cure Palliative per la presa in carico degli assistiti a domicilio.
. Degenza in Hospice, della Fondazione Benefattori Cremaschi, per persone non assistibili a domicilio.
Il comune obiettivo di tutti gli operatori che operano nella Rete è quello di migliorare la qualità di vita possibile per l'assistito e i suoi famigliari.
Il convegno del 7 ottobre è aperto ai professionisti e a tutti i cittadini interessati.
(Nella foto: l'équipe di Cure Palliative dell'Asst di Crema)