CAPERGNANICA – INTERVENTI VIABILITA'

Importanti opere pubbliche sono in fase di realizzazione, e si avviano anche alla conclusione, a Capergnanica. Tre, in particolare, i “cantieri” seguiti dall'amministrazione comunale: il centro sportivo, via Tesino e via Robati, la via Ombriano dopo il restauro della Chiesetta dei Cazzulli.
I lavori al centro sportivo Pierino Nichetti potrebbero completarsi entro la prima settimana di ottobre. “In questi giorni – fa sapere il sindaco Alex Severgnini – sono state ultimate le tre tribune dei tre campi da gioco, il campo polivalente in erba sintetica e il campo da calcio a 11. Nei prossimi giorni il progetto verrà completato con la messa in opera del campo da beach volley (completo di docce e spogliatoi esterni), lo spazio giochi per bambini e lo 'spazio eventi' dotato di vela ombreggiante dove si potranno proiettare partite di calcio, organizzare concerti e, grazie alla superficie liscia del cemento, anche ballare. I marciapiedi in cemento industriale ruvido collegheranno tutte le strutture con l'ingresso principale del centro, che verrà separato dall'ingresso atleti secondo le prescrizioni del Coni. L'intenzione è quella di affidare il centro a una società sportiva locale così come già fatto con la palestra scolastica a seguito dei lavori di riqualificazione dello scorso anno. Per questo verranno approvati nel prossimo Consiglio comunale i criteri per l'affidamento in concessione degli impianti sportivi, in accordo con la normativa regionale vigente”.
L'intervento al centro sportivo, appaltato alla Ditta Mast, segue un progetto dell'architetto Massimiliano Aschedamini ed è finanziato con un contributo regionale a fondo perduto.
Settimana scorsa sono invece iniziati i lavori di riqualificazione di via Tesino e di via Robati, con la realizzazione dei tratti di marciapiede mancanti di via Pesadori e della stessa via Tesino: il progetto è redatto dall'ingegner Adriano Nichetti ed è stato appaltato alla Ditta De Carli.
“Questo intervento sulla viabilità – spiega il sindaco Severgnini – nel suo complesso prevede il miglioramento di diverse criticità, a partire dall'alta velocità di transito dei veicoli, senza dimenticare l'ingombro dei marciapiedi, l'intersezione con il tratto di ciclabile di via XI Febbraio, la mancanza di un'adeguata segnaletica, la difficoltà per i pedoni negli attraversamenti e le pessime condizioni del manto stradale”.
Per risolvere tali problematiche, “come Comune e in accordo con la Provincia – prosegue il sindaco – favoriremo il restringimento laterale della carreggiata con l'allargamento e la riqualificazione dei marciapiedi esistenti, l'installazione di dissuasori tra il marciapiede e la carreggiata per evitare la sosta degli autoveicoli e per tutelare l'accesso alle attività commerciali, lo spostamento della fermata del bus dall'incrocio principale, l'installazione di portali luminosi per gli attraversamenti pedonali, il rifacimento del manto stradale con messa a norma della segnaletica orizzontale e verticale e la protezione dell'intersezione con via XI Febbraio mediante la posa di dissuasori e il congiungimento con il nuovo marciapiede”.
La fine di tali lavori, sostenuti grazie agli spazi finanziari concessi dal Governo, è prevista per la metà di novembre.
Prosegue, infine, l'intervento lungo via Ombriano. “Dopo il restauro conservativo degli affreschi interni della Chiesetta dei Cazzulli – aggiunge il sindaco Severgnini – ora i lavori, su progetto dell'ingegner Nichetti, proseguono con la demolizione dei vecchi marciapiedi e dei vecchi pali per far posto al nuovo percorso che dovrebbe riqualificare uno degli ingressi principali del paese. In parallelo sta per concludersi la ricerca di informazioni storiche artistiche sulla chiesetta a cura del dottor Facchi, mentre i restauri alla facciata esterna della stessa inizieranno nei prossimi giorni”.
L'intervento, rimarca Severgnini, “oltre a valorizzare e riscoprire uno dei beni culturali di maggior valore storico artistico per il Comune di Capergnanica, metterà in sicurezza una via molto trafficata da podisti e ciclisti in transito, oltre che dai cittadini residenti”.