GIORNATA NAZIONALE ”PERABIO”

Sabato 30 settembre prossimo i volontari ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale onlus, saranno in 150 piazze in tutta Italia a portare il sorriso che ogni giorno regalano ai bambini e agli adolescenti in ospedale.
È infatti la Giornata nazionale ABIO, nata per far conoscere l'associazione e, perché no, invitare a scegliere di impegnarsi come volontari o a sostenerla con una donazione.
A Crema sarà possibile incontrare i volontari dell'ABIO cittadina in piazza Duomo e presso il Centro commerciale Gran Rondò. Per tutta la Giornata ai bambini saranno offerti palloncini, giochi, sorrisi: una vera e propria festa dedicata alla solidarietà e al volontariato.
Tutti potranno sostenere l'associazione e ricevere il simbolo della Giornata, un cestino di pere IGP dell'Emilia Romagna offerto e distribuito dal Consorzio Opera.
Grazie al contributo di tutti, le Associazioni potranno realizzare corsi di formazione per portare nuovi volontari nei reparti di pediatria delle città italiane.
La Giornata Nazionale ABIO è nata tredici anni fa per raccontare quello che i volontari fanno ogni giorno in oltre 200 reparti di pediatria in tutta Italia, per coinvolgere le persone, invitarle a seguire i corsi di formazione per diventare volontari, spiegare che i bambini, gli adolescenti, i loro genitori, hanno dei diritti anche e soprattutto in ospedale.
A Crema ABIO è attiva da ormai 18 anni. Anche i suoi volontari si occupano di sostenere e accogliere, presso il reparto di pediatria dell'Ospedale Maggiore cittadino, bambini e famiglie, al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti dall'ingresso nella struttura, collaborando con le diverse figure operanti in ospedale per attuare, ciascuno nel proprio ruolo, una strategia di attiva promozione del benessere del bambino.
“La cosa che mi piace di più dell'ospedale sono i volontari ABIO, perché ti fanno sorridere e giocare”, Andrea, 8 anni.
“Noi ci sentiamo di ringraziare di cuore i volontari ABIO per aver fatto parte di questa nostra intensa parentesi di vita. Grazie per averci aiutato con la vostra presenza, per averci fatto compagnia con un gioco, con una chiacchiera e con paziente disponibilità. Di alcuni ricordiamo i nomi, ma sicuramente di tutti ricordiamo e ricorderemo i sorrisi che sempre ci hanno accolto ed accompagnato”, Antonella e Roberto.
“A chi mi chiede di descrivere i volontari ABIO dico sempre: non chiamateli 'angeli', non sono 'eroi'. I volontari ABIO sono persone come tutti, che hanno i loro impegni personali, lavorativi, familiari, che hanno scelto di donare il loro tempo per essere al fianco dei bambini malati”, afferma il professor Vittorio Carnelli, presidente di Fondazione ABIO Italia onlus.
Basterebbero queste poche righe per spiegare chi sono i 5.000 volontari ABIO e cosa rappresentano per le migliaia di bambini – e di famiglie – che ogni giorno affrontano la malattia e il ricovero in ospedale, affiancandoli con un sorriso, un gioco, un aiuto concreto per le famiglie.
La Giornata nazionale ha ricevuto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Dal 15 settembre al 9 ottobre è possibile sostenere i progetti di Fondazione ABIO tramite SMS e chiamate al numero solidale 45529. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da tutti i cellulari personali Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali; e di 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT, Convergenze e PosteMobile. Sarà di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.