OFFANENGO – FURTO AL MARKET, DUE DENUNCE

Trasferta a Offanengo per una coppia di Vaprio d'Adda che finisce male. Il furto di denaro e dispositivi elettronici, infatti, perpetrato dai due a danno di un market del paese, si è concluso con il deferimento di entrambi per furto aggravato.
Il colpo è stato messo a segno domenica. Il responsabile del market preso di mira dal duo si è accorto “che ignoti malfattori – spiega il maggiore dell'Arma Giancarlo Carraro – avevano asportato alcuni dispositivi elettronici custoditi all'interno di una vetrinetta nonché 200 euro in un registratore di cassa. Le ricerche dei fuggiaschi, tuttavia, davano esito negativo”.
Tutto perso? Nient'affatto. “Gli uomini del maresciallo Guarino, neo comandante della stazione di Romanengo, svolgevano un attento sopralluogo visionando per ore i filmati di alcune telecamere di privati poste nelle adiacenze del supermercato, notando transitare più volte una utilitaria proprio nell'orario in cui era stato commesso il furto, riuscendo a rilevarne la targa da quelle del Comune posizionate lungo la statale. L'intestatario del veicolo era una ragazza di Vaprio d'Adda (Bg), figlia del vero possessore del mezzo”.
A quel punto è bastato effettuare una perquisizione veicolare e dell'abitazione del padre dell'intestataria del veicolo per rinvenire parte della refurtiva che è stata poi riconsegnata all'avente diritto. “Le indagini hanno permesso di stabilire che il 50 enne con diversi precedenti per reati contro il patrimonio dimorante anch'esso a Vaprio d'Adda, unitamente all'attuale compagna, nel pomeriggio di domenica aveva perpetrato il furto al supermercato per poi vendere parte della refurtiva ad alcuni ignoti stranieri. I due sono stati deferiti per furto aggravato in concorso ed altresì muniti di proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Offanengo per tre anni”.