BAGNOLO – TEMPO DI OPERE PUBBLICHE

Tempo di nuove opere pubbliche a Bagnolo Cremasco. Da ieri il paese ha iniziato a vedere diversi cantieri. Si lavora soprattutto su due fronti: il capitolo asfaltature e la sistemazione della salita Santo Stefano, intervento che da anni è atteso dalla popolazione. Finalmente anche questa zona del paese avrà il giusto grado di decoro. I lavori si protrarranno per qualche mese e l'amministrazione comunale Aiolfi ha provveduto a inviare una lettera ai residenti per informarli della novità. Qualche disagio è da mettere in conto, ma ne varrà la pena.
“Con Padania Acque avevamo sottoscritto un Protocollo d'intesa per il rifacimento dei sotto servizi, che spetterà proprio alla società. Le fognature avranno una riqualificazione completa”, spiega il sindaco Doriano Aiolfi. Anche le reti del gas saranno rimesse a nuovo, in tal caso per l'intervento di Linea Gestioni. “Per una fetta del rifacimento della pavimentazione della salita anche il Comune farà la sua parte, impegnando ben 33.000 euro. La ditta che ha vinto l'appalto poserà ciottoli di fiume e saranno ampliati e sistemati anche i marciapiedi”. L'intervento si ricollega a quello generale del centro storico e della piazza che negli ultimi anni ha vissuto di diverse tappe. “Una riqualificazione del centro storico completa, che aspettavamo da tempo e che ci stava a cuore”, prosegue il primo cittadino. I cittadini sono stati informati anche della novità che riguarderà la zona: se la viabilità resterà uguale, saranno invece eliminati i parcheggi. “La salita che porta alla chiesa regalerà davvero un bel colpo d'occhio”.
Veniamo alle asfaltature. L'intervento, anch'esso al via lunedì prossimo, sarà corposo, con un investimento di 120.000 euro (inizialmente si parlava di 70.000 euro, ma l'amministrazione con l'ultima variazione di Bilancio ha aumentato la cifra e le zone interessate dai lavori). Ad aggiudicarsi le opere è stata la ditta Emas Srl di Colturano che ha praticato un ribasso d'asta del 23%. “Si comincerà con l'asfaltare la rotonda in prossimità del supermercato Girandola, che da quando via Milano è chiusa ogni due-tre anni necessità di intervento in quanto l'asfalto si rovina vistosamente”, spiega ancora Aiolfi. Secondo step il piazzale del cimitero, terzo diverse vie del paese. “Con questa cifra siamo riusciti a coprire diversi punti dell'abitato che necessitavano di nuovo tappetino”. Settimana scorsa, infine, chi è al governo ha appaltato per 50.000 euro i lavori di completamento del secondo lotto del cimitero. Nuovi marmi per 120-140 loculi, con appalto affidato a Serina Marmi di Crema.