SONCINO- 40ENNE SALVATO IN EXTREMIS

I Carabinieri della dipendente stazione di Soncino hanno salvato un 40 enne di Lograto che aveva manifestato intenti suicidi. L'altra notte il bresciano ha chiamato il 112 mentre si trovava sul parapetto del ponte sull'Oglio, in via Brescia, manifestando l'intenzione di gettarsi nel vuoto. I Cc sono arrivati prontamente.
“Verso l'una e quarantacinque dell'altra notte, – spiega il maggiore dell?Arma Fiancarlo Carraro – è arrivata sulla linea telefonica di emergenza 112 una richiesta di intervento da parte di una persona che a fatica riferiva di trovarsi a Soncino manifestando intenti suicidi. L'operatore della centrale è riuscito a instaurare la fiducia del suo interlocutore e nel frattempo a localizzarne la posizione per inviare prontamente una pattuglia”.
Giunti sul posto, in via Brescia, i militari hanno potuto constatare che il 40enne, padre di famiglia, si trovava già in piedi sulla balaustra pronto a buttarsi nel fiume Oglio da un'altezza di almeno 10 metri. “Dopo essere riusciti ad instaurare un dialogo con il 40enne che raccontava di essere in difficoltà per una forte ludopatia – continua Carraro – i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo e a trascinarlo, a fatica vista la mole, sulla strada per poi richiedere l'intervento di una autolettiga che lo ha trasportato presso l'ospedale Maggiore di Crema ove è stato trattenuto in osservazione per crisi depressive”.
Uno dei due Carabinieri è stato però costretto a ricorrere alle cure mediche avendo riportato una contusione giudicata guaribile in pochi giorni.