“ELISOCCORSO 2.0” ANCHE A CREMA

L'entrata in vigore anche in Italia del Regolamento europeo 965/2012 ha permesso all'AREU-Azienda regionale emergenza urgenza – istituita da Regione Lombardia nell'aprile del 2008 con il compito di programmare, coordinare e gestire le attività di emergenza urgenza territoriali sia ordinarie che straordinarie – di ridisegnare la mappa del soccorso sanitario su tutto il territorio lombardo, implementando le aree per l'atterraggio dell'elisoccorso notturno Hems (Helicopter Emergency Medical Service), rendendo così più efficace la risposta sanitaria a problemi di salute espressi in urgenza. La normativa europea infatti estende la possibilità di utilizzo per l'atterraggio notturno anche alle elisuperfici ospedaliere che non devono obbligatoriamente essere certificate dall'Autorità aeronautica Enac, come ad esempio i campi sportivi illuminati, già siti di atterraggio Hems.
L'utilizzo di queste aree è permessa dall'introduzione di una nuova tecnologia: i visori notturni Nvg-Night vision googles, cioè visori montati sul casco dei piloti, che consentono di “vedere” anche di notte e quindi di volare anche quando è buio.
Da verifiche effettuate da AREU, con il supporto dell'operatore aeronautico Babcock International Group MCS Aviot Italia, l'elisuperficie dell'Asst di Crema potrà essere utilizzata anche in orario notturno per l'atterraggio dell'elisoccorso Hems lombardo.
Le elisuperfici così individuate sul territorio lombardo permetteranno di garantire un assetto del soccorso emergenza urgenza extraospedaliera di qualità: una maggior copertura del territorio, interventi più rapidi in aree poco attrezzate, medicalizzazione precoce, centralizzazione negli ospedali Hub più appropriati. Per un “soccorso 2.0”.