AL VIA IL 2° MANDATO DI STEFANIA BONALDI

Iniziato ieri sera, con la prima riunione del nuovo consiglio comunale eletto l'11 e 25 giugno scorsi, il secondo mandato dell'amministrazione del sindaco Stefania Bonaldi.
A presiedere le operazioni d'insediamento – esame delle condizioni di eleggibilità e compatibilità di sindaco e consiglieri e giuramento di fedeltà alla Costituzione italiana della riconfermata sindaca – il consigliere anziano, ovvero con più preferenze personali, un gongolante Antonio Agazzi, non nuovo al ruolo e pienamente a suo agio.
Dopo una sospensione prevista di 10 minuti ma durata inevitabilmente il doppio – e che ha messo a dura prova il pubblico che, come tutte le… prime d'avvio amministrazione, ha stipato Aula degli Ostaggi, oltre che i due poveri vigili in alta uniforme, in piedi ai lati del gonfalone – i rappresentanti dei dieci gruppi che compongono maggioranza e minoranza del consiglio hanno trovato l'intesa per la designazione all'unanimità – che dovrebbe essere di buon auspicio per un proficuo lavoro nel quinquennio mirato all'interesse della comunità – del presidente e del vice dell'assemblea: rispettivamente Gianluca Giossi, del Pd, e Andrea Bergami, della lista civica “Chicco Zucchi sindaco”.
Dopo un breve saluto da parte del neo presidente, l'apertura ufficiale del secondo mandato è avvenuta con la presentazione dei componenti la nuova Giunta – già annunciati la scorsa settimana – e le rispettive deleghe: Michele Gennuso, che sarà anche vicesindaco per qualche tempo, a Politiche sociali, per le Famiglie e per i Giovani, Civismo e coesione sociale; Matteo Piloni a Pianificazione territoriale, Ambiente e Commercio; Fabio Bergamaschi a Lavori pubblici, Patrimonio, Viabilità, Mobilità e Trasporti; Attilio Galmozzi a Istruzione, Lavoro, Edilizia scolastica, Innovazione; Morena Saltini al Bilancio e Tributi; Emanuela Nichetti a Cultura, Turismo, Pari opportunità.
Il sindaco ha quindi tenuto il proprio discorso d'insediamento, salutando “con affetto e gratitudine i rappresentanti della maggioranza, espressione delle forze politiche e civiche che si sono impegnate a supportare la mia candidatura. Fra loro parecchi volti nuovi, uomini e donne di talento e di competenza, terminali di una più vasta platea di persone che si sono spese e, mi auguro continueranno a spendersi, per il bene comune della nostra città” e quindi i consiglieri eletti nei 5 gruppi di minoranza, assicurando di voler cercare, “come sempre, un rapporto fondato sugli argomenti, l'unica politica che conosco, l'unico orizzonte entro il quale si può servire la cittadinanza e si può sperare di riportare entusiasmo e voglia di partecipazione tra la gente e lo cercherò in questi anni anche con questa parte del consiglio comunale”.
A seguire, a scrutinio segreto secondo la prassi, l'assemblea consiliare ha provveduto al primo atto amministrativo: la composizione della commissione elettorale. Dall'urna sono risultati eletti come effettivi Sante Pedrini, Valentina Di Gennaro e Laura Zanibelli; come supplenti Andrea Agazzi, Marcello Bassi e Debora Soccini.
Con la declinazione delle denominazioni dei gruppi consiliari e dei rispettivi capigruppo s'è quindi chiusa la riunione d'insediamento del Bonaldi bis: nella maggioranza, per il Pd Jacopo Bassi, per Crema Bene Comune Walter Della Frera, per Cittadini in Comune Franco Lopopolo, Emanuele Coti Zelati per La Sinistra e Matteo Gramignoli per Crema Città della Bellezza; nella minoranza Enrico Zucchi – al momento solo come sindaco non eletto, ma nei prossimi giorni sceglierà a quale gruppo aderire (probabile quello della sua lista civica), per la quale capogruppo è Sandro Di Martino, per Forza Italia Antonio Agazzi, per la Lega Nord Andrea Agazzi e Carlo Cattaneo del M5s.
A quanto s'è saputo la spaccatura venutasi a creare nel partito di Berlusconi in città s'è riflessa anche sulla scelta del capogruppo, che non è stata condivisa, ma subita, dalla consigliera Laura Zanibelli. La quale nello scontro in atto nel partito è schierata – come prevedibile stante i legami più di… Movimento che di ordine politico – con l'europarlamentare Salini e il consigliere regionale Malvezzi, che nei tentativi in corso di scaricare le responsabilità della sconfitta elettorale han messo sul banco degli imputati proprio il più votato dei consiglieri (404 preferenze) Antonio Agazzi.

(Nella foto: il sindaco stefania Bonaldi con a fianco il neo presidente dell'assemblea consiliare Gianluca Giossi)