VAIANO – RICERCATO, ARRESTATO DAI CC

I Carabinieri della stazione di Pandino nel pomeriggio di ieri, martedì 27, a Vaiano Cremasco hanno arrestato un cittadino straniero per evasione e perché colpito da provvedimento di cattura internazionale.
G.H. 48 enne egiziano per diversi anni ha risieduto in Italia dapprima a Trescore C.sco, poi a Palazzo Pignano, ove viveva con la famiglia e lavorava come operaio. A causa della crisi economica però perdeva il posto di lavoro e nel 2014 si trasferiva in Germania per cercare fortuna. “Tuttavia – spiega il maggiore Giancarlo Carraro – in quel paese G.H. intraprendeva una carriera criminale venendo indagato per favoreggiamento dell'immigrazione in concorso con altre persone. Nei suoi riguardi nel gennaio del 2016 veniva emesso dall'Autorità Giudiziaria tedesca un mandato di cattura europeo. I Carabinieri della stazione di Pandino lo rintracciavano in quel periodo e lo traevano in arresto mettendolo agli arresti domiciliari in attesa dell'estradizione verso la Germania. Nei primi giorni del mese di marzo del 2016, tuttavia, G.H. evadeva dagli arresti domiciliari, rendendosi, di fatto, irreperibile. Anche i suoi familiari si allontanavano dall'abitazione di Palazzo Pignano, per ignota destinazione”.
Le ricerche del catturando non si sono mai interrotte. I Cc sono venuti a conoscenza che l'egiziano da alcuni giorni gravitava nel limitrofo Comune di Vaiano C.sco. I successivi accertamenti hanno consentito ai m,elitari di localizzarlo in un bar del paese e, raggiunto, di dichiararlo in arresto per evasione e perché è ancora pendente l'esecuzione del mandato di cattura europeo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Questa volta G. H. è finito in carcere.

G.H. 48 enne egiziano per diversi anni ha risieduto in Italia dapprima a Trescore C.sco, poi a Palazzo Pignano, ove viveva con la famiglia e lavorava come operaio. A causa della crisi economica però perdeva il posto di lavoro e nel 2014 si trasferiva in Germania per cercare fortuna. “Tuttavia – spiega il maggiore Giancarlo Carraro – in quel paese G.H. intraprendeva una carriera criminale venendo indagato per favoreggiamento dell'immigrazione in concorso con altre persone. Nei suoi riguardi nel gennaio del 2016 veniva emesso dall'Autorità Giudiziaria tedesca un mandato di cattura europeo. I Carabinieri della stazione di Pandino lo rintracciavano in quel periodo e lo traevano in arresto mettendolo agli arresti domiciliari in attesa dell'estradizione verso la Germania. Nei primi giorni del mese di marzo del 2016, tuttavia, G.H. evadeva dagli arresti domiciliari, rendendosi, di fatto, irreperibile. Anche i suoi familiari si allontanavano dall'abitazione di Palazzo Pignano, per ignota destinazione”.
Le ricerche del catturando non si sono mai interrotte. I Cc sono venuti a conoscenza che l'egiziano da alcuni giorni gravitava nel limitrofo Comune di Vaiano C.sco. I successivi accertamenti hanno consentito ai m,elitari di localizzarlo in un bar del paese e, raggiunto, di dichiararlo in arresto per evasione e perché è ancora pendente l'esecuzione del mandato di cattura europeo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Questa volta G. H. è finito in carcere.