CREMA – RICETTAZIONE, DENUNCE RECORD

Fermato nel giro di tre ore per ben due volte con due motorini rubati. Record di denunce per un ragazzo cremasco deferito per ricettazione dalla Polizia nella serata di ieri.
“Ieri, verso le 20.30 – spiega il vicequestore Daniel Segre – un ispettore del Commissariato, libero dal servizio, ha notato una persona già conosciuta per essersi resa responsabile di reati contro il patrimonio, giungere in sella a un ciclomotore in via Donati e abbandonarlo, allontanandosi furtivamente. Prontamente l'ispettore ha chiamato in ausilio una volante della Polizia di Stato del commissariato cittadino che ha bloccato e identificato il ragazzo, mentre venivano svolti accertamenti sul motorino, che è risultato essere stato rubato già da diverso tempo. Inevitabilmente, a quel punto, il malfattore è stato portato negli
uffici di via Macallé dove gli è stata notificata una denuncia in stato
di libertà per il reato di ricettazione.
Tutto finito? Per nulla, perché poche ore dopo il ragazzo è stato notato giungere in piazza Garibaldi a bordo di un altro motorino e parcheggiare il mezzo nei pressi dell'oratorio di San Benedetto. “Gli immediati accertamenti svolti dagli uomini della Polizia di Stato, gli stessi che poco prima lo avevano denunciato per ricettazione – prosegue il dirigente del Commissariato -, hanno permesso di scoprire che lo scooter era appena stato asportato in Crema. Lo scooter è stato quindi prontamente restituito al legittimo proprietario, che sino alla telefonata da parte della Centrale Operativa degli uffici di via Macallé non si era ancora accorto del furto, mentre il ragazzo è stato nuovamente denunciato per il reato di ricettazione”.