CREMA – RESTAURO LUNETTA GRAZIE AI LIONS

Lunetta de L'Istruzione della Vergine in restauro grazie all'impegno del Lions Club Crema Gerundo. “Siamo felici di regalare questa tela alla Cattedrale di Crema e ai cittadini” è il commento la presidente dei Lions Ombretta Cè nella conferenza stampa presso la Chiesa di San Bernardino in città dove l'opera è attualmente in restauro.
La prima testimonianza della tela, attribuita a Bernardino Lanzani di San Colombano e dipinta tra il 1520 e il 1530, si ha nel 1914 quando si trovava nella sacrestia della cappella della Madonna della Misericordia. Raffigurate sul lato sinistro vi si trovano Maria e un gruppo di giovani ragazze educate da donne al tempio e sul destro una coppia di scribi intenti a discutere tra loro. Una bella testimonianza di come “nel cuore del rinascimento i pittori presentassero donne vicine alla cultura”, sottolinea don Emilio Lingiardi, parroco della Cattedrale.
Secondo il giudizio dell'ispettrice della Sovrintendenza dei beni culturali Renata Casarin, il lavoro di restauro sarà tutt'altro che semplice: “La tela, infatti, è molto sofferente, presenta crettature e parti in cui la materia è inaridita. Anche a occhio nudo si può capire che è stata ridipinta in diversi punti e presenta una patina bruna come se fosse stata ripassata per omogeneizzare e non mettere in evidenza le lacune”.
Queste criticità non spaventano affatto Paolo Mariani, che con Rosalba Rapuzzi si sta occupando dell'intervento, ma lo rendono “estremamente affascinante e ci spingono a un maggior impegno”.
Scopo del restauro è anche capire se l'ipotesi avanzata da Matteo Facchi può essere considerata attendibile: ovvero che la tela, sul cui retro è dipinto un monocromo di San Sebastiano, fosse collocata tra la cappella della Madonna della Misericordia – in una Visita pastorale del 1638 qui vi si citano vagamente dei dipinti raffiguranti episodi della vita della Vergine – e la cappella confinante dedicata proprio a San Sebastiano. Solo il restauro, promosso dal Lions Club Crema, potrà svelare oltre alla bellezza originale della sua tela anche la sua storia.