PALAZZO P. – NUOVA APP PER LA SICUREZZA

Il suo nome è SuperMe. È la nuova applicazione per smartphone e tablet che il Comune di Palazzo Pignano ha messo a disposizione dei cittadini per segnalazioni in tempo reale di vandalismi, abbandono di rifiuti, auto sospette e altri problemi che possono riguardare il paese e le frazioni. Problematiche peraltro molto attuali da queste parti (ma anche sull'intero territorio cremasco), dove sono stati presi di mira ciclabili e parchetti pubblici.
L'app, però, è molto di più. Permette anche ai negozianti di promuovere le proprie attività e promozioni; non solo, tutti i residenti che ne sono provvisti vedono comparire sul telefonino informazioni turistiche e comunicazioni più o meno urgenti del Comune. Insomma, un nuovissimo strumento partecipativo per la segnalazione del degrado urbano di ogni tipo e per la promozione del territorio. Un servizio innovativo per la cittadinanza attiva, che consente di inviare all'ente Comune segnalazioni.
SuperMe è già disponibile gratis su Play store e al momento funziona solo per il sistema Android. L'hanno già scaricata un centinaio di persone.

L'opportunità è già stata sfruttata nella zona nord della Lombardia (peraltro pare con risultati più che soddisfacenti) e Palazzo è il primo Comune del territorio a dotarsi di tale nuovo mezzo tecnologico. Tutti i dati relativi a Palazzo Pignano e frazioni sono stati caricati dai ragazzi del liceo tecnologico Galilei con cui il Comune collabora da tempo per il percorso di alternanza scuola-lavoro.
Tra i primi obiettivi del Comune la crescita della sicurezza, la prevenzione al vandalismo e alla micro-criminalità, per la salvaguardia del territorio. Le segnalazioni dei cittadini arrivano direttamente ai tecnici e agli incaricati dei diversi settori (polizia locale, cantoniere, ufficio tecnico, ecc.) che possono prontamente intervenire nel determinato problema. “Le segnalazioni sono in forma anonima, ma noi possiamo risalire ai dati di chi scrive perché per scaricare la app servono numero di telefono e indirizzo e-mail. Una tutela per i gestori, per evitare segnalazioni fasulle continue”, ha chiarisce l'assessore Pietro Rossi. Il quale, insieme ai colleghi di Giunta, ha criticato il disinteresse dimostrato dai Comuni del distretto cremasco, almeno per ora: “Non capisco perché l'iniziativa sia snobbata. Spero non per questioni politiche. È un servizio pubblico, innovativo, a costo zero per i Comuni, in grado di aumentare la sicurezza dei nostri paesi e magari anche l'attrattività turistica”.
In ogni caso, dopo la segnalazione la problematica sarà subito presa in esame, risolta in giornata o nei giorni successivi, se necessario in sinergia con le forze dell'ordine, che restano naturalmente le 'titolari' prime della sicurezza del territorio. Risolto il problema, poi, il cittadino segnalatore viene avvisato con un messaggio.
L'app, infine, si può impiegare anche come bacheca virtuale per informazioni su manifestazioni, servizi, chiusura delle strade, opere, cantieri, provvedimenti straordinari, numeri utili. Insomma, tutto quanto serve per vivere meglio, più informati e più sicuri a portata di click. Un progetto che meriterebbe davvero tanta fortuna.