CREMA-PROCURATO ALLARME, 50ENNE DEFERITO

I Carabinieri della stazione di Crema hanno deferito un 50enne per porto illegale di un'arma in luogo pubblico e procurato allarme. L'uomo chiedeva un intervento per la compagna rimasta priva di sensi in uno stabile abbandonato della città. Ma non era vero.
“C.D. 50 enne domiciliato a Crema, tossicodipendente, nullafacente – spiega il maggiore dell'Arma Giancarlo Carraro – nel pomeriggio di sabato si è rivolto al pronto soccorso dell'Ospedale Maggiore di Crema allertando i sanitari e chiedendo un loro intervento asserendo che la compagna era priva di sensi all'interno dello stabile abbandonato 'ex Olivetti' di viale Santa Maria.
I medici del 118 richiedevano l'ausilio dei Carabinieri per verificare la reale situazione e con i militari si portavano alla 'ex Olivetti'. “Da un controllo dell'area tuttavia non veniva rinvenuta alcuna persona bisognosa di cure ma si notava che C.D. aveva occultato dietro alla schiena un'arma. Veniva sottoposto a perquisizione personale, rinvenendo un coltello di grosse dimensioni”.
L'uomo è stato accompagnato in caserma e deferito per procurato allarme e detenzione illegale di arma, nonché successivamente trasferito all'Ospedale nel reparto di psichiatria per le cure del caso.