CREMARCHERY: SEGRATE, ATLETI SUL PODIO

Risultato positivo per il gruppo CremArchery che lunedì 1 maggio ha preso parte al “1° 3D della Madonnina” di Segrate; due gli atleti a podio nonostante il meteo avverso.
Situato in un'area dismessa alle spalle del complesso IBM, accanto al parco dell'Idroscalo di Milano, il percorso ha sorpreso positivamente tutti i partecipanti per conformazione del terreno, difficoltà tecnica e ricercatezza dei tiri; alle porte di Milano nessuno si aspettava certo un terreno di gara così “gustoso”, con distanze mediamente lunghe, numerosi tiri in discesa e in salita, giochi di prospettiva, ambientazioni adeguate e suggestive dove le sagome di animali a grandezza naturale si integravano alla perfezione, come un orso grizzly in fondo ad un sentiero tra gli alberi, daini al pascolo tra l'erba alta, fiagiani appena fuori da un cespuglio, tassi nel folto del sottobosco, solo per citarne alcuni.
Il meteo inclemente è stato causa di un buon numero di ritiri; la pioggia che ha colpito la zona dopo il primo quarto di gara si è intensificata sempre più senza mai lasciare un momento di tregua agli atleti, ed il vento freddo che soffiava a tratti contribuiva a mettere a dura prova il volo delle frecce e la sopportazione fisica degli arcieri.
Nonostante ciò i membri del CremArchery Team hanno saputo tener testa alla gara portandola tutti a termine. Gianmario Vezzani totalizza 442 punti che gli valgono un meritatissimo 2° posto nella divisione Compound Over 20 Maschile, seguito da Antonio Zaniboni che con 400 punti raggiunge il 12° posto.
Nell'Arco Nudo Marco Bombelli si classifica 13° a quota 301 punti tra gli Over 21 Maschile mentre Yuri Bombelli conquista il gradino alto del podio Under 20 Maschile con 283 punti.
Per l'Arco Istintivo Over 20 Maschile Claudio Bartuccio, con 224 punti, conclude la gara 11°.