OSPEDALE – ORTOPEDIA, VISITE GRATUITE

Una giornata di Ospedale aperto dedicata ai professionisti dell'Ortopedia e della Traumatologia. È in programma all'Ospedale Maggiore di Crema sabato 29 aprile: il direttore dottor Alberto Agosti e la sua équipe (i medici Massimo Araldi, Stefano Caprioli, Chiara Cocca, Silvia Firetto, Luigi Guerra, Stefano Lodigiani, Maria Teresa Loisi e Federico Terribile) presenteranno e racconteranno le loro attività anche attraverso un “mostra” di immagini e di artoprotesi di vecchia e nuova generazione.
Per l'occasione saranno attivati anche diversi ambulatori per effettuare visite gratuite per spalla, mano, anca e ginocchio, le parti più interessate alle sostituzioni protesiche. Per prenotare le visite è possibile chiamare il numero 0373.280348 da lunedì a venerdì, tra le ore 10 e le 13 (referente la caposala Leonella Cazzamalli).
“La sostituzione protesica delle articolazioni – spiega il dottor Agosti – è ormai in assoluto uno degli interventi chirurgici più diffusi, con indicazioni che si sono allargate fino a coinvolgere un numero sempre più grande di pazienti, spesso giovani. Le innovazioni nel trattamento ortopedico per la cura di pazienti affetti da malattie articolari degenerative sono strettamente correlate allo sviluppo tecnologico”.
Da oltre 40 anni a Crema, aggiunge Agosti, “sono eseguiti di routine interventi di sostituzione protesica di anca, ginocchio, spalla e mano. Attualmente è in essere un percorso dedicato a tale attività chirurgica che inizia dalla visita ambulatoriale superspecialistica, alla preparazione all'intervento, all'assistenza pre e post intervento e quindi alla riabilitazione. La valutazione clinico-strumentale dei pazienti operati di protesi articolare ha dimostrato che il dolore articolare viene rimosso nella maggioranza dei casi e la funzione articolare è ripristinata per svolgere le comuni attività. La giornata del 29 aprile è dedicata ai pazienti affetti da patologia articolare degenerativa e ai pazienti già sottoposti a intervento di protesi che necessitano di controlli”.