IL VESCOVO DANIELE INCONTRA I GIOVANI

Ormai tutto pronto per l'incontro del vescovo Daniele Gianotti con i giovani della diocesi. Nella serata di sabato 8 aprile è, infatti, in programma la tradizionale Veglia che precede la domenica delle Palme, nella quale si celebra, a livello locale, la Giornata Mondiale della Gioventù. “La veglia e il cammino dei giovani” inizierà alle ore 21 in cattedrale per poi seguire al Centro Giovanile San Luigi per un momento di festa. Alla regia il servizio per la Pastorale giovanile e degli Oratori. Il Nuovo Torrazzo seguirà i momenti principali con dirette sui canali Facebook e Youtube.

“Sarà un tempo molto bello e intenso, al quale invitiamo tutti”: parole di don Stefano Savoia, direttore del Servizio diocesano per la Pastorale giovanile e degli Oratori. “La veglia – ribadisce – si contestualizza nell'accoglienza dei giovani al vescovo Daniele, accoglienza che caratterizzerà (non mancheranno le sorprese) la prima parte. La veglia sarà strutturata sul tema della Gmg 2017, con la quale papa Francesco ci invita a riflettere sull'episodio dell'Annunciazione”.

Nella seconda parte della veglia, caratterizzata anche da momenti scenici, si entrerà ancor più nel vivo delle tematiche legate all'accoglienza e alla “casa”: “Nell'episodio del Vangelo è Maria che riceve un annuncio – riprende don Stefano – ma lo stesso risuona oggi anche per noi, nel nostro caso nei confronti di una Chiesa che accoglie il suo Pastore”. In questa seconda parte, tra l'altro, è inoltre prevista la professione di fede dei 19enni.

L'ultima fase della veglia sarà all'insegna della “testimonianza”: i giovani usciranno dalla Cattedrale e, in cammino, raggiungeranno il Centro San Luigi in via Bottesini dove, presso il campo coperto, il vescovo Daniele terrà il suo intervento, seguito dalla benedizione finale, dallo scambio di doni e dalla festa.
Come detto, alla veglia saranno protagonisti i singoli giovani, ma anche le associazioni, i movimenti, i gruppi impegnati all'interno della nostra Chiesa diocesana: tutti saranno coinvolti in un significativo gesto iniziale. Non mancheranno alcune scuole: la Fondazione Manziana che ha prodotto un filmato nel quale i giovani offrono al Vescovo prospettive, desideri, sogni… quindi gli studenti del Liceo Artistico Munari che hanno pensato tutta la scenografia e la grafica del palco al San Lugi e i ragazzi dello Sraffa che cureranno al meglio il buffet finale.

“La veglia – sottolinea don Stefano – è sì un momento pensato appositamente per consentire ai giovani di accogliere il vescovo Daniele, ma segna anche l'inizio del cammino che ci aspetta dove, oltre ad affrontare le problematiche giovanili attuali, saremo chiamati a vivere a livello diocesano il Sinodo dei Giovani indetto dal Papa: lo 'penseremo' insieme al Vescovo, coinvolgendo le comunità lungo un itinerario che terminerà a Roma nell'ottobre del 2018, quando i Vescovi chiuderanno il Sinodo. Senza dimenticare che a gennaio del 2019 avrà luogo la Gmg di Panama”.