S. MARIA – ANNIVERSARIO DELL'APPARIZIONE

Basilica di Santa Maria della Croce gremita di fedeli per la celebrazione in ricordo dell'apparizione della Madonna, presieduta per la prima volta dal vescovo Daniele Gianotti, affiancato da una trentina di sacerdoti della diocesi.
“527 anni fa Maria apparve a Caterina degli Uberti. Intere generazioni di pellegrini hanno sperimentato che la Madre di Dio mai distoglie i suoi occhi dalle preoccupazioni degli uomini”, ha premesso la voce guida. “Alzati figlia e non dubitare. Io sono colei che hai invocato. Alzati e seguimi”, disse la Vergine a Caterina degli Uberti ferita a morte nel bosco del Novelletto.
“Mi ha colpito il racconto di Caterina degli Uberti, donna che ha chiesto a Maria la grazia: non di sconfiggere la morte, ma di morire avendo ricevuto i sacramenti. Ci leggo un invito a non aver paura della morte, che è nuova nascita”. Di qui l'invito del Vescovo a non temere fatiche, sofferenze e prove, che possono diventare inizio di una vita nuova. “Chiediamo al Signore di non avere paura del dono di noi stesi. Se Dio non ha risparmiato suo figlio anche noi possiamo fare della nostra vita un dono: nulla andrà perduto, ma sarà sorgente di vita indistruttibile”.
Santa Maria ha fatto sentire 'a casa' il nuovo Vescovo, che dopo la Messa ha cenato con gli altri sacerdoti alla Casa del Pellegrino, dove gli è stato anche illustrato il nuovo progetto pastorale d'accoglienza che riguarda struttura.
ARTICOLO COMPLETO SUL NUOVO TORRAZZO DI SABATO 8 APRILE