CREMA – I GIOVEDì DELLA BIBLIOTECA

I Giovedì della Biblioteca continuano nel mese di marzo con una nuova serie di appuntamenti letterari, organizzati sempre presso la sede di via Civerchi 9 alle ore 21. Il prossimo 9 marzo l'autrice Annalisa Strada sarà ospite cremasca per presentare “Io, Emanuela”, romanzo dedicato alla storia di Emanuela Loi, agente di scorta del magistrato Paolo Borsellino.
Tra le letture previste nel corso della serata saranno inseriti brani tratti da “La Paranza dei Bambini” di Roberto Saviano.
In occasione dell'incontro sarà presentato il nuovo scaffale della legalità, dono del Presidio Libera di Crema alla Biblioteca Comunale, che ospiterà una collezione di volumi a tema donati dall'associazione alla cittadinanza.
La presentazione del romanzo “Io, Emanuela” precede l'omonimo spettacolo che si terrà lunedì 13 marzo alle ore 21 presso il Teatro San Domenico di Crema, per ricordare le vittime delle mafie.
(Per informazioni http://www.comune.crema.cr.it/node/5473 )
IO, EMANUELA
Emanuela Loi ha meno di vent'anni quando sceglie di tentare il concorso per entrare in Polizia di Stato. Fino ad allora ha sempre vissuto in Sardegna con la sua famiglia, condividendo i sogni e le aspettative delle sue coetanee. Ammessa nel 1989, viene assegnata al servizio di scorta del magistrato palermitano Paolo Borsellino. Sono gli anni del maxiprocesso contro Cosa Nostra, periodo oscurato da stragi sanguinose che hanno accomunato il destino di chi, cercando di combattere la mafia, ne è rimasto vittima. Il 19 luglio 1992 il destino di Emanuela si lega indissolubilmente a quello del magistrato antimafia Borsellino, segnando una delle pagine più dolorose della storia italiana. “Io, Emanuela” racconta la strage di via d'Amelio con gli occhi della giovane poliziotta, testimone e protagonista coraggiosa.
Annalisa Strada è un'insegnante e scrittrice specializzata in narrativa per ragazzi. Tra i titoli più noti: “Fino all'ultima mosca” (Ed. San Paolo, Premio Gigante delle Langhe), “I mestieri di papà” (Salani), “La Bella Addormentata è un tipo sveglio” (Piemme), “Evviva la Costituzione” (Gabrielli), “1861 Un'avventura Italiana” (Ed. Paoline, Premio Giovanni Arpino).