TORLINO – FIGONI PALADINO DELL'AMBIENTE

Giuseppe Figoni, sindaco di Torlino Vimercati, ha mostrato ancora una volta tutto il suo amore per il territorio e la natura. “Come faccio tutte le settimane, nei giorni scorsi ho dedicato una mattinata al monitoraggio del territorio. Un tour presso i fontanili che ho 'rigenerato' nel corso degli anni, per un controllo generale. Purtroppo ancora una volta ho trovato rifiuti abbandonati al confine della roggia Cremasca: una bella sorpresa, sedici sacchi pieni di bottiglie di plastica, neppure schiacciate…”, spiega il sindaco 'verde'.
Il territorio torlinese si trova nella parte meridionale della cosiddetta 'fascia delle risorgive', quella zona di transizione della Pianura Padana dove i ciottoli della fascia alta lasciano spazio a terreni con elementi sempre più fini, fino ad arrivare alle argille. La rete idrografica è molto fitta e rappresenta una peculiarità di questa bellissima zona: tutte le rogge che lo attraversano prendono il via da un fontanile. “Mi chiedo come sia possibile abbandonare quaggiù dei rifiuti, peraltro riciclabili. I sacchi sono stati gettati dai soliti ignoti un po' anche nel fosso, ma per fortuna in questo periodo sono in corso operazioni di pulizia del corso d'acqua ed è asciutto. C'è però una vegetazione molto fitta che ha reso difficile il recupero dei sacchi. Mi sono graffiato un po' ma li ho prelevati e portati in discarica per la raccolta differenziata”, racconta Figoni.
A chi ha fatto questa 'furbata', il sindaco manda un messaggio. “Faccio i miei complimenti davvero: innanzitutto hanno abbandonato dei rifiuti e non si fa, poi per il gesto hanno scelto uno splendido percorso naturalistico. Ogni Comune ha la propria piazzola ecologica, dove le bottiglie possono essere portate gratuitamente, senza rovinare l'ambiente. Cerchiamo di collaborare tutti e di mantenerlo, per noi oggi e per le future generazioni, compresi i figli del 'furbo' che ha abbandonato il tutto”.
Un paio di mesi fa sempre Figoni, in uno dei suoi tour aveva trovato rifiuti ingombranti nel fontanile del cimitero, diversi quintali di materiale misto tra ricambi, tecnologia, computer. “Una persona che forse, sostitutiti i macchinari della propria attività ha pensato di disfarsene in tal modo”.
Negli anni il sindaco torlinese ha recuperato tutti i fontanili del proprio territorio comunale: “Sono tutti attivi, ora non mi resta che tenerli puliti durante l'anno, specie nel periodo estivo”. Personalmente Figoni toglie “le erbacce che crescono spontaneamente nelle fontane con l'acqua così pulita. I fontanili sono da preservare e dalla prossima primavera saranno ancora meta delle scolaresche provenienti dal Cremasco, dall'Istituto Comprensivo di Trescore e a volte anche dal Milanese”.
Per chi volesse saperne di più sui fontanili, notizie e schede tecniche aggiornate compaiono sul sito web del Comune di Torlino, fresco di revisione e rifacimento, come dimostra già un primo sguardo alla home page.