CAPERGNANICA – DUE IMPORTANTI LAVORI

Importanti e significativi lavori a Capergnanica. L'amministrazione comunale, grazie al Bando Cariplo “per progetti emblematici provinciali” e alle agevolazioni concesse dall'Art Bonus, ha avviato un intervento che, come spiega il sindaco Alex Severgnini, “coniuga il recupero di un bene artistico con la messa in sicurezza e la riqualificazione di uno degli ingressi al centro abitato”. Il bene artistico in questione è la cappelletta campestre della Madonna Immacolata – meglio conosciuta da tutti come Cappella dei Cazzulli – mentre la riqualificazione riguarda via Ombriano, con tanto di realizzazione di un percorso ciclopedonale.
La cappelletta, risalente al XVII Secolo, sorge a ridosso della Roggia Acqua Rossa, in via Ombriano. È interamente affrescata al suo interno, ma risulta in avanzato stato di degrado materico, tant'è che i lavori di consolidamento degli affreschi sono già stati avviati al fine di scongiurare il pericolo di perdita degli stessi.
Testimonianza secolare di fede e di arte cremasca, come per altre cappellette campestri sparse nel Cremasco anche quella dei Cazzulli a Capergnanica vanta una lunghissima storia. La cappella è a pianta rettangolare di circa trenta metri quadri, costituita all'interno da un piccolo presbiterio suddiviso dalla piccola aula da un cancello in ferro battuto. I dipinti murari riproducono – attraverso la narrazione di vari episodi biblici – l'intensa fede della gente verso Cristo e i Santi, oltre alla pietà popolare vissuta nel diciassettesimo secolo, colpito dalle epidemie della peste.
Il progetto di restauro conservativo si abbina alla riqualificazione del tratto di Roggia in via Ombriano, così da creare “un importante punto di interesse storico-artistico per il Comune di Capergnanica e per il territorio, inserendosi in un tracciato di ciclovie che s'inserisca alla rete degli itinerari ciclabili cremaschi”. La sinergia tra amministrazione comunale, parrocchia e Noi-oratorio punta ad aumentare la consapevolezza e la maggiore fruizione futura di un bene di tutta la comunità.
Il costo del restauro della cappelletta è coperto da un'elargizione liberale della ditta Lumson per 37.000 euro circa, unitamente ad altri contributi giunti da privati attraverso l'Art Bonus, un credito d'imposta introdotto dal Governo per investire nel patrimonio artistico. “A tutti – sottolinea il sindaco Severgnini – va il nostro grazie. Da parte mia, inoltre, un ringraziamento particolare ai consiglieri comunali Elena Nichetti ed Emanuele Frassi che hanno fortemente contribuito in pochi giorni alla stesura della relazione generale e al resto del gruppo (Barbara Carniti, Renato Costili, Claudio Brazzoli, Stefano Begotti) per il supporto e la condivisione verso una scelta coraggiosa che pone al centro dell'attività amministrativa la salvaguardia dei beni culturali. Infine, un ringraziamento va a Cristian Chizzoli per aver contribuito all'attività di ricerca del Bando più idoneo al recupero del bene, a tutto il personale comunale e alle restauratrici”.
I restauri della Cappella dei Cazzulli proseguiranno con l'inizio della primavera, mentre le opere edili s'avvieranno verso la fine del mese di marzo.
Come detto, insieme al recupero della cappelletta procede di pari passo la riqualificazione di via Ombriano. “Il progetto, a cura dell'ingegner Adiano Nichetti – spiega ancora il sindaco – prevede la spallatura della Roggia nei tratti dove l'erosione rende oggi la chiesetta e parte della riva suscettibile a cedimenti strutturali. Sarà creato un percorso protetto per ciclisti e pedoni lungo tutta la strada: verrà realizzato in granulato, avrà larghezza di due metri e sarà realizzato a sbalzo sulla Roggia Acqua Rossa attraverso il rifacimento degli attuali marciapiedi e la costruzione ex novo dove oggi questi mancano. La ciclopedonale verrà delimitata da parapetti e dissuasori per mettere in sicurezza l'utenza. I pali in calcestruzzo, che attualmente con il loro ingombro rendono inagibile il marciapiede, verranno demoliti e sostituiti con nuovi pali a led corredati di fioriere aeree. Inoltre – aggiunge Severgnini – per aumentare i livelli di sicurezza stradale e limitare la velocità dei veicoli in transito, verrano realizzati due dossi e predisposti attraversamenti pedonali. L'intervento metterà in sicurezza una via molto battuta da ciclisti, runner e pedoni per raggiungere la frazione di Ombriano”.
Il quadro economico del percorso ciclopedonale è pari a circa 200.000 euro, coperti dal contributo Cariplo di 100.000 euro e da risorse proprie comunali.