SPORTABILITÀ – NUOVA ADESIONE

Il reparto di Neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Maggiore di Crema aderisce a “Sportabilità”. Il rapporto di collaborazione è stato siglato l'altra mattina dal vice direttore dottoressa Alessandra Foppa Pedretti e da Enrico Zucchi, presidente dell'AC Crema, capofila del progetto.
La nuova adesione “è stata accolta con grande entusiasmo da tutti i partner – Anffas, Altana, Filikà, Krikos, Scaccomatto, Centro giovanile San Luigi – che si sono detti subito disponibili a collaborare in azioni e progetti specifici in futuro”, si legge nel comunicato.
“Sarà però il Crema 1908 a concretizzare l'inserimento dei piccoli pazienti nel progetto: dal 16 febbraio, infatti, dalle 14 alle 15 – viene spiegato – in una delle palestre del San Luigi, i ragazzi della Neuropsichiatria si avvicineranno al calcio e si alleneranno assistiti da due medici del reparto e da Federico Cantoni, ex giocatore dell'AC Crema, oggi vice allenatore di Sergio Porrini.”
La dirigenza della società calcistica cittadina, anche per conto di tutti i partner del progetto, rivolge un particolare ringraziamento alla dottoressa Maria Cristina Lacchini, coordinatore del reparto “che ha seguito con dedizione tutte le fase di progettazione e condivisione del programma e della attività connesse”.
È dei giorni scorsi, fra l'altro, la notizia che il progetto sta incontrando attenzione anche in altre realtà italiane e che sarà replicato a Olbia, in Sardegna.
“Mario Petrone, allenatore che ha portato l'Ascoli in serie B nel 2015 – riferiscono i responsabili dell'AC Crema – venuto infatti a conoscenza del progetto 'Sportabilità', ha deciso che un'idea così vincente debba essere riprodotta nel contesto in cui vive.”
Lunedì scorso ha incontrato il presidente Zucchi e il direttore generale Massimiliano Gnatta: visitato di persona il Centro San Luigi, s'è informato nel dettaglio su tutti i dati relativi al percorso di realizzazione di un progetto di inclusione sociale come “Sportabilità”.